Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1479
RAGUSA - 09/07/2010
Attualità - La redazione aderisce allo sciopero odierno indetto dalla Fnsi contro la "Legge bavaglio"

Black-out informazione per ddl intercettazioni. Corriere di Ragusa.it si ferma per 24 ore

Gli aggiornamenti del sito riprenderanno regolarmente dopo le ore 6 di sabato 10 luglio Foto Corrierediragusa.it

Corriere di Ragusa .it aderisce allo sciopero odierno indetto dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana, il sindacato dei giornalisti, nell’ambito della Giornata del silenzio dell’informazione contro il disegno di legge sulle intercettazioni.

Il sito non sarà di conseguenza aggiornato dalle ore 6 di venerdì 9 luglio, alle ore 6 di sabato 10 luglio.

Lo sciopero si è reso necessario come forma di protesta contro il ddl, meglio noto come «Legge bavaglio», che limita in modo pesante la libertà di stampa, prevedendo altresì pesanti sanzioni contro editori e giornalisti che danno conto di fatti di cronaca giudiziaria ed indagini investigative.

Gli aggiornamenti del sito riprenderanno regolarmente dopo le ore 6 di sabato 10 luglio.


IL SENSO DI QUESTO SCIOPERO
Lo sciopero odierno, concretizzatosi nel black out totale dell´informazione in Italia, va inteso come un gesto di responsabilità dei giornalisti italiani per denunciare il governo e richiamare l´attenzione di tutti i cittadini sulla gravità di una norma che colpisce insieme la tutela della legalità, il contrasto al crimine e la libera e trasparente circolazione delle notizie.

Non si tratta di uno sciopero corporativo, ma di una protesta a tutela dei cittadini, cui la legge nega il diritto di essere liberamente informati, cioè di conoscere e di sapere, e dunque di rendersi consapevoli e di giudicare a ragion veduta. A questo diritto fondamentale, corrisponde il dovere degli organi d´informazione, almeno di quelli liberi, di dare tutte le notizie utili ai lettori, con un autonomo e libero lavoro di ricerca, selezione e gerarchia delle informazioni, che viene giudicato ogni giorno dal mercato.

E´ la prima volta che, nella sua ancor breve vita, Corriere di Ragusa.it si ferma completamente, bloccando volutamente del tutto l´aggiornamento delle notizie per ben 24 ore. Ma la gravità della situazione imponeva una scelta radicale, culminata nella decisione del direttore e della redazione tutta di aderire allo sciopero proclamato dalla Fnsi contro questa "Legge bavaglio". Una scelta inevitabile il cui senso, ne siamo certi, i lettori capiranno appieno.