Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1018
RAGUSA - 16/06/2010
Attualità - Ragusa: l’improvviso decesso del presidente della Camera di commercio iblea

La provincia iblea ai funerali di Tumino per l´ultimo saluto

Aveva 61 anni. Una folla commossa alle esequie nella chiesa di San Pietro Apostolo Foto Corrierediragusa.it

Presidente. Così gli amici più cari hanno chiamato Pippo Tumino, ricordandone la figura durante le esequie funebri celebrate questo pomeriggio nella chiesa di San Pietro Apostolo. «Presidente», così ha cominciato con la voce rotta dal dolore il suo breve ma toccante discorso il segretario generale della Camera di commercio Carmelo Arezzo, parlando del suo fraterno amico, alleato di mille battaglie per la promozione del territorio ibleo, e punto di riferimento non solo professionale. Dello stesso tenore le parole di Giovanni Brancati, segretario provinciale della Cna, che ha tratteggiato l’aspetto più intimistico di Tumino, esaltandone la bontà d’animo e la sua disponibilità.

Il ricordo dei parenti, degli amici e dei colleghi di Pippo Tumino è stato preceduto dall’omelia di don Mario Pavone, che ha descritto la figura del presidente della camera di commercio come un esempio da seguire. I funerali si sono svolti in un composto silenzio, a tratti surreale, come surreale sembra ancora l’improvvisa scomparsa di Pippo Tumino, venuto a mancare all’età di 61 anni a causa di un arresto cardiaco che lo ha colto nel sonno, nella notte tra martedì e mercoledì. All’ultimo saluto a Tumino non mancava nessuno, in segno di doveroso tributo verso chi ha speso tanti anni della sua vita nella difesa degli interessi del territorio in era nato e dove adesso riposerà per sempre.

LA COMMOZIONE DEL SINDACO DI RAGUSA NELLO DIPASQUALE
«Ricordo con commozione e rimpianto un esempio di politico semplice, essenziale ma pieno di contenuti; una persona con la quale era sempre possibile un dialogo anche da parte di chi aveva idee diverse, qualità oggi molto rara nella dialettica politica in uso. Nel confronto lo caratterizzavano sempre schiettezza, correttezza e lealtà, doti per le quali Pippo Tumino resta un esempio altissimo per tutti noi sia dal punto di vista umano che politico».

FRANCO ANTOCI, PRESIDENTE DELLA PROVINCIA: "TUMINO: UOMO ATTENTO E PREPARATO"
«E’ stato un protagonista attento e preparato – aggiunge Antoci – di tante battaglie a difesa del nostro territorio. Lo ricordo negli anni ’80 battagliero capogruppo consiliare di opposizione durante la mia sindaca tura, ma sempre pronto al dialogo istituzionale e vicino agli interessi della città. Con la sua elezione alla presidenza della Camera di Commercio il suo impegno a favore dei settori produttivi iblei è aumentato perché nella sua azione metteva passione e competenza. Ci siamo trovati a fianco in diverse vertenze e in diversi tavoli e di fronte si aveva sempre un interlocutore attento e preparato e poco incline al compromesso. La lunga azione che ha portato all’utilizzo dei fondi ex Insicem per le imprese ha confermato questo suo impegno per le categorie produttive. Con lui se ne va un dirigente passionale ma competente che ha contribuito con la sua azione alla crescita culturale delle rappresentanze sindacali e a quella economica di tante piccole e medie imprese».

ROSARIO ALESCIO, PRESIDENTE DELLA CRIAS
Le condoglianze del presidente e del consiglio d’amministrazione della Crias (Cassa regionale per le imprese artigiane siciliane) alla famiglia Tumino per la scomparsa di un caro amico , oltre che di un insostituibile professionista.

«Esprimo profondo dolore – dichiara il presidente della Crias Rosario Alescio – per la perdita di un amico sincero, oltre che di un valido professionista. Pippo Tumino era un autentico punto di riferimento dell’economia provinciale. Con lui non mancava mai l’occasione di riflessione e stimolo per tutelare il territorio ibleo, i suoi lavoratori, i suoi prodotti, soprattutto in questo momento di profonda crisi economica. Pippo non si arrendeva mai e la sua verve si apprezzava soprattutto nei tavoli istituzionali, dove si spendeva in prima persona – conclude Alescio – per favorire il rilancio della provincia iblea».

MASSIMO GIUDICE, DIRETTORE PROVINCIALE CONFESERCENTI
Dispiaciuti per la morte del presidente della Camera di Commercio, i vertici provinciali della Confesercenti hanno inviato un telegramma alla famiglia Tumino per esprimere il più profondo cordoglio.
"Tumino ha sempre guidato la Camera di Commercio con assoluta serenità e con grande equilibrio e di questo vogliamo dargliene atto, rimanendo il suo ricordo sempre intenso. In questa occasione ci sentiamo di stare vicini alla famiglia e ci auguriamo che la comunità iblea non dimentichi l´attività positiva svolta da questo grande protagonista".

LE CONDOGLIANZE DEL POLOCOMMERCIALE DI MODICA
I soci del Consorzio Polocommerciale, il consiglio d´amministrazione ed il presidente Girolamo Carpentieri esprimono il loro cordoglio per la premuatura scomparsa del presidente della Camcom Pippo Tumino: ne ricorderanno sempre l´ardore e la passione con la quale ha ricoperto una carica tanto impegnativa quanto rappresentativa, con l´onestà intellettuale, la determinazione e la schiettezza propria della classe di imprenditoriale cui per anni ha dato voce.

IL RICORDO DEL SINDACO DI MODICA BUSCEMA
Un telegramma di condoglianze alla famiglia a firma del sindaco Antonello Buscema e a nome dell’amministrazione, e un manifesto a lutto. In questo modo la Città di Modica ha inteso ricordare la figura di Pippo Tumino, presidente della Camera di Commercio di Ragusa, improvvisamente deceduto stanotte nella sua abitazione di Ragusa.

Nel telegramma il Sindaco si dichiara particolarmente affranto per la dipartita di un uomo leale e sempre impegnato sul fronte delle iniziative utili a costruire progresso e crescita collettiva al territorio della provincia. Con l’amministrazione, intendiamo ricordarlo, il Presidente della Camera di Commercio stava lavorando all’organizzazione di ChocoBarocco, evento fissato dal 5 all’8 dicembre prossimi, manifestazione che oggi ha perso uno dei maggiori, convinti e appassionati protagonisti.

GIOVANNI BRANCATI, SEGRETARIO PROVINCIALE CNA
"La presidenza provinciale della Cna, la segreteria provinciale, i dirigenti delle varie unioni e delle sedi territoriali, il personale dipendente, esprimono il proprio profondo e sentito rammarico per l’improvvisa scomparsa di Pippo Tumino. La Cna di Ragusa ricorda con affetto l’operato svolto da Tumino che, in tutti questi anni, ha contribuito alla crescita dell’organizzazione in ambito provinciale e che ha fornito il proprio determinante apporto allo sviluppo dell’imprenditoria locale. Uomo di grande effervescenza e dinamismo, Pippo Tumino è destinato a rimanere impresso per sempre nella mente degli uomini e delle donne di Cna Ragusa che ne hanno apprezzato le indiscutibili doti di grande dirigente.

La Cna di Ragusa, in questo momento di dolore, rivolge inoltre un affettuoso pensiero alla moglie Anna, alla figlia Daniela, alla nipotina Emma, a tutti i familiari che ne perpetueranno, nei ricordi, la figura".

GIOVANNI AVOLA, SEGRETARIO PROVINCIALE CISL
«Uomo semplice e determinato, esempio di coerenza e lealtà, che si è sempre contraddistinto per il dialogo e il confronto schietto. Il territorio perde non solo un uomo delle Istituzioni ma un uomo del territorio, del sociale e del mondo produttivo. Come dimenticare le tante battaglie fatte per far crescere e progredire la provincia. Quanti percorsi fatti insieme al mondo del lavoro, di cui era un convinto assertore della concertazione, dell’unità d’azione, analisi e condivisone tra le parti sociali. Nei diversi ruoli ricoperti si è sempre contraddistinto come uomo del dialogo, avvolte aspro, ma leale e nell’interesse del bene comune. Ragusa perde un uomo simbolo che ha dato tutto di sé ed ha insegnato tanto. L’unico modo di ricordalo in futuro è continuare le battaglie che non è riuscito a portare a termine e continuare a rappresentare e difendere il territorio Ibleo come Lui amava fare.

Nel porgere il cordoglio alla famiglia per questa grave e incolmabile perdita, non posso che dire loro di essere fieri di avere avuto Pippo come marito, padre e nonno»

GIOVANNI AVOLA, SEGRETARIO PROVINCIALE CGIL
"L’improvvisa dipartita dell’amico e del compagno Pippo Tumino, presidente della Camera di Commercio di Ragusa, ci lascia sbigottiti perché consapevoli di avere perduto un interlocutore serio e affidabile, sempre coerente con le posizioni assunte anche le più difficili.

Alla Cgil lo legavano unità di intenti e di azione nell’affrontare situazioni non facili che insieme abbiamo affrontato sapendo di avere accanto un dirigente fermo nelle posizioni e responsabile nelle scelte.

Se ne va con lui la figura di un ragusano appassionato e scrupoloso, strenuo difensore e sostenitore di tutto ciò che fosse utile alla causa rivolta alla crescita sociale, civile ed economica di questo territorio. Un costruttore di progresso di questa provincia che da oggi si ritrova più povera".

SANDRO GAMBUZZA, PRESIDENTE CONFAGRICOLTURA
«Con Pippo Tumino se ne va uno dei protagonisti dello sviluppo locale, attento alle dinamiche di crescita del territorio e all’individuazione di nuove strategie volte al superamento dei momenti difficili. Tumino ha rappresentato una delle figure più attive dell’economia locale degli ultimi decenni». Così il presidente provinciale di Confagricoltura Ragusa, Sandro Gambuzza, esprime il proprio cordoglio per la scomparsa del presidente della Camera di commercio di Ragusa, Giuseppe Tumino. A Gambuzza si unisce il direttore Giovanni Scucces e i componenti del direttivo che non dimenticano le grandi capacità di analista economico e di dirigente sindacale del presidente Tumino. Alla famiglia di quest’ultimo vanno le sentite condoglianze di Confagricoltura Ragusa.

GIUSEPPE GUGLIELMINO, DIRETTORE ANCE RAGUSA
Il presidente di Ance Ragusa, Giuseppe Grassia, i componenti del Consiglio direttivo, la direzione, manifestano il proprio sentito cordoglio alla famiglia per la scomparsa improvvisa del presidente della Camera di Commercio di Ragusa, Giuseppe Tumino.

Il percorso di crescita, in termini di sviluppo territoriale, che il presidente Tumino ha garantito alla provincia di Ragusa, è sotto gli occhi di tutti. Tumino ha lasciato alla nostra area una preziosa eredità che gli operatori economici avranno il dovere di tutelare e coltivare per il futuro. L’Ance Ragusa si unisce al coro di quanti hanno messo in rilievo, in queste ore, le doti umane e le caratteristiche professionali del presidente Tumino sottolineando la capacità che lo stesso ha avuto di precorrere i tempi, di guardare al futuro con lucidità e oculatezza.

TUCCIO DI STALLO, SEGRETARIO PROVINCIALE API
"Un vuoto affettivo e istituzionale. L´improvvisa scomparsa di Pippo Tumino, presidente della Camera di Commercio, lascia il dolore per la perdita di una persona carismatica e il rimpianto per l´assenza di una figura di primo piano nel panorama politico ed economico della provincia di Ragusa. Resta intatto il ricordo di anni di battaglie politiche e sindacali prima, di promotore e fautore poi, di uno sviluppo equilibrato e attento alle esigenze delle imprese e del territorio".

L´ON SALVATORE ZAGO, PD
«Ci ha lasciati un amico e compagno, un attento ed acuto osservatore delle dinamiche politiche ed economiche della provincia di Ragusa, certamente un protagonista delle tante battaglie per lo sviluppo e la crescita dei nostri territori e delle nostre comunità»: così il segretario della Federazione del Pd di Ragusa Salvo Zago dopo la notizia della scomparsa di Pippo Tumino.

Prosegue Zago: «Punto di riferimento del mondo del lavoro e delle imprese, degli artigiani e degli operatori sociali, economici e politici della provincia iblea, ci mancherà la sua straordinaria capacità al dialogo, improntato sempre alla massima correttezza, al rispetto e alla considerazione dei punti di vista dei suoi interlocutori».

«Il Pd della provincia di Ragusa – conclude l´on Zago - è vicino alla inconsolabile famiglia in questo momento di estrema drammaticità».

L´ON PIPPO DIGIACOMO, PD
Dopo avere appreso fuori sede della sua scomparsa, l´on. Pippo Digiacomo ha inoltrato un telegramma alla famiglia e nel contempo ricorda così Pippo Tumino: «Con lui se ne va un´altra figura storica della provincia di Ragusa. Un grande uomo, un caro amico e compagno, di indubbia moralità, con il quale ho da sempre mantenuto un rapporto schietto e senza filtri. Pippo lascia davvero un grande vuoto».

ANGELO CHESSARI, PRESIDENTE PROVINCIALE CONFCOMMERCIO
"Il sistema Confcommercio della provincia di Ragusa, con in testa il presidente provinciale, Angelo Chessari, il presidente Commerfidi Salvatore Guastella, i componenti della Giunta camerale, i dirigenti dei vari sindacati di categoria, l’intera struttura sindacale, manifestano il proprio cordoglio alla famiglia del presidente della Camera di Commercio di Ragusa, Giuseppe Tumino, prematuramente scomparso. La figura di Tumino, nel corso di questi anni, ha fornito un impareggiabile sostegno alla crescita economica del nostro territorio. Una circostanza di cui tutta la comunità provinciale dovrà essergli grata".

GIOVANNI OCCHIPINTI, PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE DI RAGUSA
«Ci lascia - ha dichiarato Giovanni Occhipinti - un uomo che, con la sua lunga storia all’interno delle istituzione pubbliche ragusane, ha lavorato con grande impegno e lungimiranza per lo sviluppo del territorio ibleo. Viene a mancare alla nostra provincia una personalità che ha saputo impegnarsi con passione nella sua attività e a favore di tutta la comunità accettando incarichi di responsabilità e svolti con zelo e impegno per ricercare lo sviluppo delle aziende e della nostra cittadinanza. Avrò sempre un vivo ricordo di Pippo Tumino, una persona che ho apprezzato e stimato e con il quale ho costruttivamente dialogato sui temi della crescita del sviluppo della nostra amata provincia, sostenendo spesso, fianco a fianco con lui, tante battaglie per il riscatto socio economico di questa terra».

LA DIRIGENZA DELLA FIERA EMAIA
La dirigenza di Fiera Emaia, si associa ai familiari per la dolorosa perdita del presidente della Camera di Commercio di Ragusa, Pippo Tumino.

"Siamo costernati dalla perdita dell´amico Pippo, un uomo per bene, di grande ed infaticabile energia. E´una delle persone più concrete e fattive che io abbia mai conosciuto. Personalmente ed a nome della dirigenza di Fiera Emaia - dice il presidente dell´Ente, Salvatore Di Falco - esprimo il mio più sentito cordoglio. La scomparsa di Pippo Tumino è una grave perdita per tutta la provincia di Ragusa, per le qualità personali del presidente e per la sua capacità di guardare lontano. Siamo vicini alla famiglia in questo dolorosissimo momento".

ROSARIO CAVALLO, PRESIDENTE PROVINCIALE ACLI ED EX PRESIDENTE FIERA EMAIA
"Ho avuto modo di apprezzare le doti umane e professionali di Pippo Tumino- afferma Rosario Cavallo- una persona vera e autentica, pragmatica e passionale allo stesso tempo, capace di affrontare con schiettezza e lealtà ogni problematica che riguardava i comparti produttivi e l´economia della nostra provincia. La sua prematura scomparsa non è facilmente colmabile. A nome personale e delle Acli provinciali che rappresento, esprimo sentite condoglianze alla famiglia Tumino".

FABRIZIO ILARDO, CAPOGRUPPO COMUNALE A RAGUSA
«La scomparsa prematura del presidente della Camera di Commercio di Ragusa Giuseppe Tumino rende la città orfana di una figura importante che è stata spesso punto di riferimento per la politica ragusana». Sono le parole di Fabrizio Ilardo, capogruppo Pdl al Comune di Ragusa, che aggiunge: «Il gruppo consiliare del Pdl si unisce al cordoglio unanime per il grave lutto che ha colpito la città; se n´è andato un politico che, nonostante avesse posizioni distanti dalle nostre, ha saputo svolgere il suo ruolo sempre in modo equilibrato, cercando di essere aperto al confronto produttivo e collaborativo tra le parti».

LA VITA DI PIPPO TUMINO
Giuseppe Tumino, da tutti conosciuto come Pippo, era nato a Ragusa nel 1948. Dopo aver conseguito la maturità scientifica, si era avviato ad una impegnata attività politica e sindacale.

Nel 1973 era stato eletto consigliere comunale, carica che ha ricoperto fono al 1994. Nel 1988 è stato anche assessore del comune di Ragusa con delega per i Lavori Pubblici. E’ stato per anni molto attivo nel campo del sindacato agricolo come dirigente dellla Confcoltivatori (oggi Cia). Dal gennaio del 1995 al 2008 è stato Segretario Provinciale della Cna (Confederazione Nazionale Artigianato), e durante la sua attività dirigenziale la Cna ha fortemente sviluppato nel territorio la sua presenza quantitativa e qualitativa aggiungendo ulteriori servizi in favore degli associati.

Su designazione della sua associazione di categoria, in rappresentanza del settore «Artigianato», dal settembre del 1995 al luglio del 2000 è stato componente della Giunta della Camera di Commercio di Ragusa. Dal luglio del 2000 all’agosto del 2005 è stato vicepresidente della Giunta camerale. All’atto dell’insediamento, dopo la parentesi commissariale, dei nuovi organismi di amministrazione della Camera di Commercio, è stato chiamato all’unanimità alla carica di presidente dell’ente, dal 6 aprile 2006.

Il suo mandato quinquennale si sarebbe concluso nell’aprile del 2011. In atto era anche, nell’ambito del sistema camerale, vicepresidente dell’Unioncamere Sicilia, componente del Comitato esecutivo dell’Unioncamere nazionale, e si sarebbe insediato a giorni nel nuovo consiglio di amministrazione della società Isnart, organismo del sistema camerale preposto alle ricerche turistiche.

In questi anni di presidenza della Camera di Commercio di Ragusa, il suo impegno è stato indirizzato verso il rafforzamento del ruolo dell’ente camerale nel territorio al servizio di uno sviluppo sostenibile e concertato del sistema produttivo delle piccole e medie imprese, e di una strategia mirata a superare le difficoltà infrastrutturali della provincia in un sistema regionale e nazionale.

Grande la sua attenzione per i temi della semplificazione amministrativa e per un miglioramento costante dei servizi burocratici in favore delle piccole e medie imprese e delle associazioni di categoria, e prezioso il suo impegno per la internazionalizzazione anche verso mercati nuovi e di più ampia progettualità per le imprese ragusane, oltre che per la valorizzazione dei prodotti tipici della nostra area.

In questi anni ancora si è fortemente sviluppata la manifestazione più importante del programma promozionale della Camera di Commercio di Ragusa, la Fiera Agricola Mediterranea, che per volontà del presidente Tumino, dalla prossima edizione di settembre 2010 si chiamerà Fiera Agroalimentare Mediterranea.

Presente con grande lucidità nel sistema aeroportuale siciliano, ha svolto un ruolo attivo di pungolo e di stimolo nella riorganizzazione della gestione dell’aeroporto di Catania tramite la Sac, della quale la Camera di Commercio di Ragusa è socia, ed ha ricoperto il ruolo di consigliere di amministrazione in carica presso la Soaco, la società di gestione dell’aeroporto di Comiso.