Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 596
RAGUSA - 15/05/2010
Attualità - Ragusa: accordo siglato dai revisori dei conti dell’Ato ambiente

Altri 20 giorni per scaricare i rifiuti nel Messinese

E sull’azzeramento del CdA dell’organismo il centro sinistra parla di "Fallimento del centro destra"

I sindaci della provincia hanno dato mandato al collegio dei revisori dei conti dell’Ato ambiente di prolungare per altri venti giorni il contratto d’appalto per il trasporto dell’immondizia nella discarica di Mazzarrà S. Andrea. Il costo si aggira sui tremila 280 euro visto che ogni Tir comporta una spesa di mille e 50 euro.

In assenza degli organi direttivi dell’Ato che sono stati dichiarati decaduti per la sfiducia pronunciata dai sindaci sarà il collegio dei revisori dei conti ad attivarsi perché non si blocchi il servizio che consente ai quattro comuni del comprensorio modicano, Modica, Scicli, Ipsica e Pozzallo, di conferire la propria immondizia nella discarica messinese. Ogni giorno arrivano a Mazzarrà S. Andrea 130 tonnellate di immondizia prodotta nel comprensorio così suddivisa; 60 tonnellate da Modica, 35 da Scicli, 20 da Pozzallo e 18 da Ispica per un carico che viene distribuito di norma su tre Tir.

Sull’azzeramento del Cda dell’Ato che ha provato una tempesta politica nel Pdl vista la sfiducia partita dall’area Pdl lealista nei confronti di Giovanni Vindigni, espressione di Carmelo Incardona, finiano, e quindi legato all’area del Pdl Sicilia il centro sinistra ha fatto sparato a zero. Nel mirino del capogruppo Pd a palazzo dell’Aquila, Giuseppe Calabrese, e di Giovanni Iacono, Idv, innanzitutto la gestione dell’Ato. «E’ stato il fallimento politico del centro destra –dice il consigliere Pd- Il Pdl ha voluto questo Cda, che ha sprecato soldi ed ha fatto del nepotismo con le assunzioni su cui c’è un’indagine della magistratura. Incalza il consigliere provinciale Venerina Padua «L’Ato è stato un fallimento assoluto, non è riuscito neppure a gestire le discariche».