Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 1140
RAGUSA - 16/04/2010
Attualità - Ragusa: l’Inps e l’Asp esprimono i loro punti di vista sulle invalidità civili

Inps: «Invalidità civile, bilancio positivo»

L’Asp di Ragusa sostiene vi siano rallentamenti nella nuova procedura informatica, ma l’Inps spiega i buoni risultati ottenuti in provincia nonostante le iniziali difficoltà
Foto CorrierediRagusa.it

Sulla velocizzazione della nuova procedura informatica in materia di invalidità civile, i pareri fra Asp e Inps di Ragusano non concordano. Il direttore generale dell’Asp Ettore Gilotta aveva fatto divulgare un comunicato stampa con cui evidenziava «rallentamenti dei tempi di esecuzione delle visite dovuto alla farraginosità del sistema informatico adottato dall’Inps. E’ prevedibile che perdurando tale situazione i tempi di attesa diventeranno insostenibili se non saranno adottate opportune modifiche e della procedura e del sistema informatico».

La risposta del direttore dell’Inps Michele Porrello (nella foto) è di tutt’altro avviso. «Premesso – afferma il direttore Porrello- che l’Inps di Ragusa ha azzerato tutte le giacenze delle domande Invciv (prima sede in Sicilia) presentate con la vecchia procedura cartacea supportando adeguatamente l’Asp, constato che le preoccupazioni manifestate dall’Asp di Ragusa siano eccessive e allarmistiche.

"Affermazione dimostrabile con dati reali. Dal 01/01/2010 al 14/04/2010 risultano acquisite in via telematica n. 2.766 istanze per n. 2.309 soggetti; 1421 istanze non risultano calendarizzate, ovvero con visite assegnate, perché il calendario di sedute messo a disposizione dall’Asp di Ragusa è insufficiente per il numero di domande che vengono presentate dai cittadini. Abbiamo sempre apprezzato lo spirito di collaborazione manifestato dal personale dell’ufficio invalidi civili, riconoscendo le difficoltà in alcune giornate del non puntuale funzionamento del programma che entrerà nella completa funzionalità dal 30/04/2010.

"Tale contingente criticità potrà certamente essere superata da un opportuno adeguamento dell’offerta di sessioni utili rispetto alla consistente domanda di servizio. Un eventuale incremento permette un traguardo possibile alla luce dell’apprezzabilissimo contributo svolto dai presidenti delle Commissioni che hanno iniziato ad utilizzare il verbale telematico (ed è bene evidenziare che l’Asp e l’Inps di Ragusa sono le prime in Sicilia nell’avere acquisito tutti i verbali cartacei)».

Il direttore Porrello, fa il bilancio dei primi 3 mesi di attività esaltando la nuova procedura informatizzata. «Ad oggi- afferma il direttore- più di 200 i cittadini vedono positivamente concluso nei tempi previsti l’articolato iter dell’accertamento sanitario (con la vecchia procedura passavano mesi e addirittura anni prima del riconoscimento del beneficio). Oggi il diritto del cittadino viene maggiormente tutelato dalla certezza di vedere rispettati i tempi di erogazione in 120 giorni dalla presentazione della domanda. Ritengo, infine, che incrementando i margini di collaborazione fra Inps e Asp si possano eliminare del tutto i punti di criticità che via via si presentano in questa fase iniziale della nuova procedura».