Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1230
RAGUSA - 13/04/2010
Attualità - Ragusa: incredibile e paradossale storia di occupazione di suolo pubblico

Vittoriese compra casa a Randello e s’impossessa anche della strada di tutti

Ha recintato il sito e messo un cartello con tanto di «Proprietà privata». E’ intervenuta la Polstrada ed è scattata la denuncia alla Procura, ma la strada è ancora chiusa al vicinato
Foto CorrierediRagusa.it

Un vittoriese compra casa a Randello e s’impossessa anche della strada che conduce al mare. L’unica. E per essere più persuasivo nei confronti dei vicini di casa espone anche un cartello ammonitorio: «Proprietà privata». Un’arroganza che ha mandato su tutte le furie i tanti residenti che a Randello hanno le case dai primi anni ’80.

Abitazioni con tanto di numero civico. I proprietari pagano regolarmente l’ Ici e la Tarsu, (tassa sui rifiuti) e godono del diritto di passaggio, in quell’unica strada che, oltre a consentire a tutti di raggiungere le proprie dimore estive e no, è l’unica via d’accesso per la spiaggia.

L’anno scorso è stato venduto un appezzamento di terreno ad un vittoriese che, senza andare troppo per il sottile, ha deciso di impossessarsi anche della strada in questione. Qualche giorno fa, infatti, alcuni abitanti nell’intento di raggiungere le loro abitazioni, hanno trovato la strada sbarrata con un muretto in pietra, ed una rete metallica. È scattata la segnalazione anche alla Polstrada di Vittoria. E’ stato effettuato un sopralluogo coordinato dall’ispettore Francesco Vona, e alla fine redatto un verbale. Inutile, perché fino ad oggi sono valse a poco anche le diffide presentate a tutti gli organi competenti, persino alla Procura della Repubblica tramite l’avvocato Guglielmo Barone.

«Andremo fino infondo – ha dichiarato Biagio Malandrino uno dei proprietari di altre case – perché questa è una storia che rasenta i limiti dell’incredibile. Il problema ancora più grosso è che nonostante le diverse segnalazioni fatte durante l’anno, non abbiamo ricevuto ancora alcuna risposta da nessuno, tant’è che siamo arrivati addirittura allo sbarramento dell’unico passaggio che c’è».