Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:29 - Lettori online 869
RAGUSA - 02/04/2010
Attualità - Ragusa: dopo il presidio, poi sospeso, di Dipasquale nel sito

Denuncia per interruzione di pubblico servizio in discarica

Il primo cittadino di Ragusa aveva emesso l’ordinanza di divieto di conferimento rifiuti per i comuni di Ispica e Scicli per preservare il sito dalla saturazione
Foto CorrierediRagusa.it

E´ pure scattata una denuncia penale per interuzione di pubblico servizio dopo il presidio, poi sospeso, del sindaco di Ragusa Nello Dipasquale (da sx nella foto con il sindaco di Chiaramonte Giuseppe Nicastro) per impedire che i camion di Ispica e Scicli scaricassero i rifiuti nella discarica di Cava dei Modicani. Proprio i due sindaci Piero Rustico (Ispica) e Giovanni Venticinque (Scicli) si erano rivolti al procuratore capo di Ragusa Carmelo Petralia per velocizzare lo sblocco della situazione, poi raggiunto anche grazie alla mediazione del prefetto Francesca Cannizzo.

Dal paventato rischio ordine pubblico a Cava dei Modicani si è arrivati in pochi minuti alla riapertura dei cancelli della discarica. Dipasquale aveva trascorso la notte a Cava dei Modicani per impedire lo scarico del pattume. La protesta è poi rientrata, per motivi di ordine pubblico, ma l’ordinanza di divieto del sindaco di Ragusa rimane, è stata solo sospesa. Dipasquale si attende risposte concrete entro il 20 aprile, altrimenti assumerà le decisioni consequenziali.

La chiusura della discarica di Vittoria, per consentirne l’ampliamento, aveva costituito il detonatore della complicata vicenda. Il primo cittadino di Ragusa aveva emesso l’ordinanza per preservare il sito dalla saturazione, consentendo l’accesso solo ai comuni montani di Monterosso, Giarratana e Chiaramonte.