Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1097
RAGUSA - 25/03/2010
Attualità - Ragusa: i comuni interverranno in prima linea

Primo piano provinciale per fonteggiare gli sbarchi

Coinvolti comuni, protezione civile, forze dell’ordine Asp con il coordinamento della prefettura

Un piano di soccorso per fronteggiare gli sbarchi. Sono coinvolti comuni, protezione civile, forze dell’ordine Asp con il coordinamento della prefettura. E’ stato il prefetto di Ragusa, Francesca Cannizzo, nel corso di una riunione alla presenza dei rappresentanti istituzionali coinvolti, a presentare il piano che aggiorna quello di tredici anni fa. Lo strumento disciplina le varie modalità di intervento sia nel caso che gli immigrati vengano accompagnati in porto dopo la loro individuazione in mare aperto, sia nel caso in cui riescano ad approdare lungo i 111 chilometri della costa ragusana.

I comuni con le loro strutture di protezione civile sono quelli che interverranno in prima linea ed a garantire il primo soccorso anche se è la prefettura ad assumere in ogni caso la direzione unitaria dei servizi connessi allo sbarco. Il piano di soccorso prevede varie tipologie di sbarco a cominciare dalla consistenza dello sbarco.