Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 655
RAGUSA - 18/03/2010
Attualità - Su decisione dei sindaci di Ragusa, Chiaramonte Gulfi, Monterosso Almo e Giarratana

Discarica di Cava dei Modicani vietata per Scicli ed Ispica

La determinazione sarà ufficializzata in una nota da inviare al Prefetto di Ragusa, Francesca Cannizzo ed al Presidente dell’Ato Ragusa Ambiente, Giovanni Vindigni

I Sindaci dei comuni di Ragusa, Chiaramonte Gulfi, Monterosso Almo e Giarratana e tutti gli schieramenti politici dei consigli comunali degli stessi enti sottoscriveranno una nota da inviare al Prefetto di Ragusa, Francesca Cannizzo ed al Presidente dell´Ato Ragusa Ambiente, Giovanni Vindigni con la quale si renderà noto che verranno poste in essere tutte le azioni possibili affinché dal 1° aprile prossimo la discarica di Cava dei Modicani non sia più utilizzata dai Comuni di Scicli ed Ispica.

Questo è quanto è stato concordato stamane nel corso della conferenza di servizio sul problema dell´utilizzo della discarica di Cava dei Modicani promossa dal sindaco, Nello Dipasquale a cui sono stati presenti il Sindaco del Comune di Chiaramonte Gulfi, Giuseppe Nicastro, il Sindaco del Comune di Giarratana, Giuseppe Lia, il Presidente del Consiglio Comune di Monterosso Almo, Salvatore Pagano, delegato a rappresentare anche il sindaco, Salvatore Sardo, il presidente del Consiglio Comune di Ragusa, Salvatore la Rosa. Alla discussione sono intervenuti anche diversi consiglieri comunali tra cui Giuspepe Calabrese, Vito Frisina, Filippo Angelica, Filippo Frasca, Giuseppe Cappello, Sonia Migliore, Giorgio Firrincieli.

I partecipanti all´incontro concordando che deve essere espresso un secco no all´utilizzo della discarica da parte dei Comuni di Scicli ed Ispica, per evitare un danno all´erario ed una situazione di disastro ambientale nella discarica di Cava dei Modicani, hanno altresì concordato di promuovere un nuovo incontro per lunedì 22 marzo, alle ore 11, presso la sala giunta, per assumere ulteriori provvedimenti.