Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1630
RAGUSA - 12/03/2010
Attualità - Un evento sportivo straordinario

Barocco running Ragusa alla maratona di Roma

Per arrivare al fatidico traguardo dei 42,195 Km

La Maratona di Roma è da sempre un evento sportivo straordinario che vede crescere, di anno in anno, il numero di partecipanti che arrivano da tutta Italia e dall’estero per trasformare il centro storico della capitale in un enorme circuito atletico. Quest’anno, a concorrere per arrivare al fatidico traguardo dei 42,195 Km, ci saranno anche gli atleti della Barocco Running Ragusa (nella foto) che vestiranno i colori di «Parent Project Onlus» per manifestare la loro solidarietà a migliaia di genitori che combattono contro la distrofia muscolare Duchenne e Becker.

Capitanati, per l’occasione, dal proprio atleta Luca Genovese, delegato regionale della onlus, i podisti della Barocco Running Ragusa arrivano all’importante appuntamento agonistico dopo mesi di duro allenamento. Oltre a Luca Genovese, faranno parte della spedizione iblea anche il Presidente della società ragusana Giorgio Platania, Livio Intorrella, Luca Guccione, Peppe Iacono, Lina Carnemolla e Margareth Maia.

La Distrofia Muscolare di Duchenne e Becker è una malattia rara, la forma più grave delle distrofie muscolari, che colpisce 1 su 3mila 500 maschi e si manifesta in età pediatrica. Si stima che in Italia ci siano 5mila persone affette dalla patologia, per la quale attualmente non esiste una cura specifica, ma un trattamento da parte di una equipe multidisciplinare che ha permesso di migliorare le condizioni generali e raddoppiare le aspettative di vita.

Parent Project Onlus, attiva in Italia dal 1996, lavora per accelerare il raggiungimento di una terapia e insieme garantire e diffondere le migliori opportunità di trattamento necessarie a far crescere la qualità della vita a tutti coloro che sono interessati dalla grave malattia rara. Per sostenere le famiglie ha organizzato il Centro Ascolto Duchenne, una rete di esperti che dal 2002 seguono le oltre cinquecento famiglie iscritte all’associazione; il progetto diagnostico «Una diagnosi per tutti» che dal 2005 consente ai ragazzi dell’associazione di ricevere in breve tempo la diagnosi genetica; il Registro Pazienti DMD/DMB, il primo registro genetico italiano che dal 2009 consente agli esperti di studiare lo sviluppo epidemiologico della patologia e ai pazienti di accedere ai trial di sperimentazione. L’associazione, inoltre, è fondatrice della Federazione internazionale UPPMD (United Parent Projects for Muscolar Dystrophies), un’organizzazione mondiale che si occupa di diffondere le conoscenze acquisite nell’ambito della patologia e mettere in rete specialisti e ricercatori a livello transnazionale.

«Non è la prima volta, riferisce il Presidente della Barocco Running Giorgio Platania, che la nostra associazione unisce le proprie forze in un progetto di solidarietà, come qualche mese fa è accaduto per Telethon. Questa volta l’opportunità ci viene data dalla Maratona di Roma dove il nostro obiettivo, ben al di là della prestazione sportiva, è testimoniare il meraviglioso impegno della Parent Project Onlus a sostegno della ricerca di terapie in grado di curare i piccoli pazienti. Lo sport, in tal senso, ha grandi potenzialità di sensibilizzazione e di divulgazione di questo messaggio di speranza e solidarietà».

L’appuntamento con lo sport e la solidarietà è, dunque, a Roma per domenica 21 marzo 2010 con partenza e arrivo nello splendido scenario del Colosseo. Ai nastri di partenza della maratona quasi 15mila atleti provenienti da ogni parte del mondo e subito dopo quasi 100mila appassionati della corsa, giovani e meno giovani, alla Romafun, la Stracittadina, prova non competitiva di 4km aperta a tutti.