Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 418
RAGUSA - 22/11/2007
Attualità - Ragusa - Per rendere migliore il servizio

Inps e Ausl 7 si scambiano
i dati online per la liquidazione
delle invalidità civili

Tempi brevi per acquisizione, gestione e liquidazione domande Foto Corrierediragusa.it

Nell’attesa di provvedimenti legislativi che tardano ad arrivare al fine di accorciare i tempi di liquidazione delle invalidità civili, l’Inps e l’Ausl 7 si scambiano i dati on line per migliorare il servizio agli utenti in termini di acquisizione, gestione e liquidazione delle domande.

Una task force della Formazione regionale dell’Inps, dopo Catania, Trapani e Siracusa ha fatto tappa anche a Ragusa per rendere nota la nuova procedura telematica ai funzionari dell’Ausl 7. I formatori regionali Gaspare Compagno, Vittorio Finamore, Carlo Inzerillo e Antonio Lipari, coordinati dal dirigente regionale della Formazione Inps, Vincenzo Cannata, sono stati all’Inps di Ragusa per un incontro formativo con i funzionari dell’Ausl.

Il manager della sanità iblea Fulvio Manno ha accolto subito la proposta formativa che consentirà l’eliminazione del cartaceo e tempi più celeri nella lavorazione delle domande. Ha dato mandato al dirigente del settore informatico Vincenzo Cilia di individuare i funzionari del processo per lavorare in sinergia con l’Inps.


L’incontro s’è svolto alla presenza del direttore dell’Inps Domenico Falzone (nella foto) e del direttore amministrativo dell’Ausl 7 Armando Caruso. E’ stato quasi un protocollo d’intesa. "Le nuove procedure- ha detto Domenico Falzone- ci consentiranno di automatizzare i dati delle domande di invalidità civile. Grazie a questa sinergia con l’Ausl e alla gestione informatica scomparirà il supporto cartaceo, superato e ostativo nel dare risposte veloci agli utenti".

Dal canto suo, Armando Caruso s’è dichiarato molto soddisfatto: "Un altro passo avanti verso la snellezza e la velocizzazione delle pratiche in favore degli invalidi che spesso non arrivano a percepire il beneficio previsto dalla legge, ma ora ci aspettiamo un forte intervento legislativo per eliminare i tanti passaggi inutili fra i vari enti. Se ne parla da tempo ma le resistenze, purtroppo, sono forti".

Fulvio Manno