Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:51 - Lettori online 555
RAGUSA - 26/01/2010
Attualità - Ragusa: documento sottoscritto all’unanimità per bloccare il progetto

Tutti uniti contro il Parco Iblei: appello al ministro per bloccare il progetto

Dai deputati nazionali e regionali al presidente della provincia, passando per tutti i sindaci. Un "no" convinto e unanime
Foto CorrierediRagusa.it

Il Parco degli iblei non si deve fare. Il progetto originario non tiene conto delle legittime aspirazioni di sviluppo economico - imprenditoriale del territorio ibleo, ponendo vincoli sul 50% del territorio provinciale e addirittura sull´80% di quello del comune capoluogo. Un circostanza che, se si concretizzasse, affosserebbe un´intera provincia.

Per scongiurare questa ipotesi cataclismatica, i parlamentari, il presidente della provincia e i sindaci dei 12 comuni iblei hanno sottoscritto un documento unitario con il quale si chiede al ministro dell´ambiente di rivedere il progetto, fornendo la possibilità alle istituzioni locali e alle forze produttive del territorio ibleo di potervi mettere mano, al fine di tutelare gli interessi di un intero territorio, del quale si deve rispettare la volontà.

E’ questo il sunto del discorso che il presidente della Regione Raffaele Lombardo rivolgerà al ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, sulla base di quanto hanno sottoscritto i parlamentari, il presidente della provincia e i sindaci nel documento che sarà consegnato dallo stesso Franco Antoci al ministro a proposito dell’istituzione del Parco degli Iblei.

(Nella foto un momento del vertice a palazzo dell´Aquila a Ragusa nel corso del quale è stato sottoscritto il documento unitario)