Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 683
RAGUSA - 03/01/2010
Attualità - Ragusa: un pienone per il primo fine settimana dell’anno

Il barocco della provincia iblea attira turisti a frotte

I posti letto sono andati praticamente esauriti in tutte le fasce di mercato e la domanda si mantiene ancora sostenuta per qualche giorno

E’ stato un pienone in alberghi, Bed and Breakfast e ristoranti per il primo fine settimana dell’anno. Il settore ricettività gode dell’affluenza di turisti che per le festività di fine anno hanno scelto la provincia di Ragusa. I posti letto sono andati praticamente esauriti in tutte le fasce di mercato e la domanda si mantiene ancora sostenuta per qualche giorno.

La coincidenza del mercoledì della Befana ed alcuni appuntamenti, come la prossima notte bianca a cavallo della notte di martedì e mercoledì ed il programma di concerti del progetto «il circuito del mito» ha incentivato le presenze con un proficuo prolungamento per gli operatori del settore. A Modica hanno lavorato a pieno ritmo le guide della cooperativa Etnos che hanno registrato un aumento delle richieste per le visite ai musei, alle chiese ed ai luoghi di interesse. Molte le comitive di turisti che hanno percorso il centro storico della città con particolare interesse per le chiese di S. Pietro, di S. Giorgio e per il presepe artistico di S. Maria.

Ibla ed il barocco di Scicli sono stati il percorso obbligato di un soggiorno in provincia che si consolida sempre più e che fa ben sperare per il futuro. Anche la provenienza delle comitive e dei singoli turisti fa pensare ad una ripresa della domanda con gruppi arrivati dal Veneto, dalla Lombardia e dal Piemonte; limitate invece le presenze siciliane a parte famiglie in arrivo da Palermo.

Chi ha passato la notte di S. Silvestro in città ha lamentato tuttavia la mancanza di vere e proprie feste di piazza come in altre città metropolitane. Molti hanno preferito restare nei ristoranti dei vari centri storici che hanno registrato il tutto esaurito e rientrare in albergo. Affollati i ristoranti stellati e quelli più gettonati dalle guide a conferma che c’è un turismo gastronomico che muove interesse e soldi. I bar e le dolcerie dal canto loro hanno visto un’impennata nella vendita dei prodotti tipici; a Modica il cioccolato al peperoncino ed agli agrumi è stato al top delle richieste.