Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 479
RAGUSA - 29/12/2009
Attualità - Ragusa: fondamentale la collaborazione dei residenti grazie alle denunce

Risultati positivi nel 2009. La Polizia ringrazia i cittadini

Il questore Oddo e il dirgente della Mobile Marino auspicano che la gente collabori di pù anche nel 2010
Foto CorrierediRagusa.it

Il questore di Ragusa Giuseppe Oddo (da sx nella foto con il dirigente della Mobile di Ragusa Francesco Marino) ha tracciato il bilancio 2009 dell´attività della polizia nella provincia iblea. Alla luce delle difficoltà scaturenti dall´endemica assenza di risorse umane, e dalle conseguenti difficoltà di monitoraggio del territorio, piuttosto vasto, fondamentale si è rivelata la collaborazione dei cittadini, che, attraverso le denunce, permettono un´attività mirata ed efficace da parte della polizia.

Mille513 sono infatti i denunciati in stato di libertà, segno che i cittadini intendono, come ha dichiarato, il questore Oddo, «battere i pugni sul tavolo» per ottenere maggiore sicurezza nella propria vita quotidiana. 9 rimpatri obbligatori e 7 ammonimenti, soprattutto per la prevenzione di fenomeni di stalking e di violenza.

Oltre 15mila persone identificate dalla sezione volanti, con 8mila autovetture controllate nel corso dell´anno solare. E poi 173 denunce e 14 arresti per inosservanza agli obblighi di legge. E l´attività costante per il settore immigrazione, con la Questura impegnata sul campo in prima linea. Alcuni dei numeri di un´attività complessiva nell´ordine del 50 % in più rispetto all´anno scorso, segno di un´attività di controllo, repressione e prevenzione dei fenomeni delinquenziali, in aumento, nonostante le difficoltà di organico.

Ed ancora 120 avvisi orali con 40 proposte di sorveglianza speciale di cui 8 legata all´attività antimafia, principalmente nel territorio ipparino. Da segnalare infine, un bilancio, pesante, legato al ferimento, nell´attività di controllo quotidiana, di circa 30 feriti tra gli agenti iblei, soprattutto a causa delle colluttazioni per sedare le risse nel territorio. Soddisfazione è stata altresì espressa dal vice questore aggiunto e dirigente della Squadra mobile Francesco Marino che conferma: "Saremo in prima linea anche nel 2010, con tante grosse operazioni di contrasto alla criminalità organizzata".