Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:47 - Lettori online 938
RAGUSA - 10/12/2009
Attualità - Ragusa: dopo il tentato furto in contrada Mugno

Ragusa: videosorveglianza nella zona artigianale

L’allarme microcriminalità spinge l’assessorato comunale allo Sviluppo economico ad accelerare le procedure per la realizzazione del progetto

Nuovo allarme nella zona artigianale di Ragusa. Il fatto che gli opifici di contrada Mugno continuino ad essere presi di mira dai malintenzionati spinge l’assessorato comunale allo Sviluppo economico ad accelerare le procedure per la realizzazione del sistema di videosorveglianza nella consapevolezza che lo stesso potrà fungere da deterrente per chi nutre propositi criminali. A dirlo è il vice sindaco Giovanni Cosentini che, dopo l’episodio verificatosi lo scorso fine settimana ai danni di un’impresa della zona, spiega qual è lo stato dell’arte.

«Sulla videosorveglianza – dice – era già stato deciso, di concerto con le associazioni di categoria, di attivare un percorso che ci permettesse di partecipare nuovamente ad un bando specifico, in grado di soddisfare le esigenze di un sito che ha assoluto bisogno di potenziare i controlli. Riteniamo di poter individuare la migliore soluzione in tempi ragionevolmente brevi. Allo stesso tempo ci siamo già attivati nei confronti delle forze dell’ordine, rivolgendoci in primis al prefetto Francesca Cannizzo, per un monitoraggio più capillare del territorio di cui stiamo parlando, sebbene siamo consapevoli del fatto che, a Ragusa, da qualche tempo a questa parte, la questione ordine pubblico è diventata una priorità generalizzata.

Rassicuriamo le imprese e le associazioni di categoria sul fatto che questa Amministrazione comunale vuole che il tema della sicurezza diventi tra i principali obiettivi da raggiungere, così da evitare il reiterarsi di problematiche come quelle verificatesi di recente in contrada Mugno».