Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 589
RAGUSA - 19/11/2009
Attualità - Ragusa: l’esito del vertice del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica

Intensificati i controlli delle forze dell´ordine a Ragusa Ibla

Qualche giorno fa un sopralluogo era stato effettuato dal consigliere comunale Filippo Frasca

Saranno intensificati i controlli delle forze dell´ordine a Ibla, alla luce degli ultimi episodi di microcriminalità. E´ l´esito, in verità ovvio, scaturito dal vertice del comitato per la sicurezza e l´ordine pubblico svoltosi stamane in prefettura. Proprio il prefetto Francesca Cannizzo ha precisato che coordinerà personalmente il lavoro interforze tra Polizia, Carabinieri, Polizia provinciale Polizia municipale, al fine di garantire il maggiore senso sicurezza richiesto dai residenti. Soddisfatto si è dichiarato il sindaco Nello Dipasquale, promotore del vertice.

IL SOPRALLUOGO DI FILIPPO FRASCA
Un sopralluogo a Ibla, nelle zone oggetto degli atti vandalici dello scorso fine settimana, è stato effettuato dal consigliere comunale Filippo Frasca, collaboratore del sindaco Nello Dipasquale in materia di sicurezza. Frasca, contattato dai consiglieri circoscrizionali e, in particolare, dal consigliere Emanuele Lo Presti, ha avuto modo di rendersi conto della gravità della situazione anche in seguito ad un incontro con una delegazione di cittadini che ha sottoscritto un esposto presentato alle forze dell’ordine in cui viene fatta emergere la gravità dell’accaduto.

«Alcuni miglioramenti, in realtà – dice il consigliere Frasca – ci sono stati, anche in seguito all’incontro con il questore dei giorni scorsi. Ma i danneggiamenti ci sono sempre, così come le risse. Abbiamo anche verificato la presenza di cartine, lungo i viali dei Giardini iblei, per l’utilizzo di sostanze stupefacenti. Lamentele anche per l’eccessivo rumore proveniente dai locali. La situazione è difficile. E’ stato chiesto, dai residenti che ho incontrato, di incentivare i controlli.

Siamo vicini, se non accogliamo le richieste di queste persone e non diamo loro ascolto nel modo dovuto, al fallimento istituzionale. Anche il prefetto e il questore devono conoscere nel dettaglio quello che sta accadendo. Il sindaco si farà portavoce delle lamentele provenienti dalla gente in occasione della prossima riunione del comitato per l’ordine pubblico che si occuperà dei problemi di Ibla».