Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 552
RAGUSA - 11/11/2009
Attualità - Ragusa: missione americana in cerca di personaggi iblei al di là dell’oceano

Scoglittesi nel mondo, D’Angelo li scopre a San Pedro

In California rintracciato il modicano Pietro Selvaggio, fra i più apprezzati dell’arte culinaria e titolare di ristoranti a Huston, Los Angeles e Las Vegas
Foto CorrierediRagusa.it

Con il patrocinio dell’Assessorato Regionale al Lavoro e all’Emigrazione, una delegazione dell’Associazione Ragusani nel mondo è stata ospite della comunità siciliana di San Pedro, ricca e ridente città portuale poco distante da Los Angeles, per proporre una serie di attività culturali ed allacciare una rete di relazioni foriere di futuri scambi socio culturali con le medesime.
Per l’occasione hanno fatto sistema e si sono unite le varie anime della folta comunità dei siciliani da tempo trapiantata in questo lontano lembo della California, con la regia di Stefano Finazzo, presidente del Trappeto Club, e riunite anche sotto le insegne dell’Italian American Club, della Sicilia Culturale Society, dell’Istituto Culturale Siciliano, della California American Foundation, della Mary Star of The Sea.

Della delegazione facevano parte alcuni dirigenti dell’Associazione, il funzionario regionale Michele Augugliaro in rappresentanza dell’Assessorato e la Compagnia Amici del Teatro di Chiaramonte Gulfi, che ha deliziato un numeroso pubblico di corregionali con la commedia «U’ Ruppu Ra Cravatta», già rappresentata in diversi continenti ma al suo esordio sulle rive del pacifico.
La missione è servita anche ad approfondire la conoscenza di una parte della galassia siciliana nel mondo, quella di san Pedro a Los Angeles, di cui fa parte fra l’altro una numerosa rappresentanza di iblei di origine scoglittese, da tempo emigrati per la loro vocazione di pescatori. Infatti San Pedro è uno dei porti marittimi e commerciali più importanti dell’America, oltre che terminale di una zona marina del Pacifico particolarmente propizia per l’attività della pesca.

Uno degli obiettivi più significativi definiti dalla delegazione iblea è legato ad una intesa di massima perfezionata con il Consolato Italiano e l’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles, volta ad allestire, nel corso del 2010, un Festival del Cinema siciliano nella metropoli californiana, autentica mecca del cinema a livello mondiale per la presenza del mito di Hollywood e dei suoi fascinosi protagonisti. Il Console Nicola Faganello e i rappresentanti dell’Istituto Italiano di Cultura Michela Magri e Massimo Sarti hanno assicurato pieno ed entusiastico appoggio al progetto, destinato ad elevare il livello di qualità delle attività culturali svolte all’estero dall’Associazione.

La delegazione ha avuto anche modo di sviluppare una serie di intese, sul piano socio culturale ma anche commerciale, con alcuni iblei particolarmente affermati in California, fra in cui in particolare Piero Selvaggio, modicano di origine e Premio Ragusani nel Mondo nel 2000, ma soprattutto uno dei più apprezzati esperti a livello mondiale dell’arte culinaria, personaggio di spessore internazionale nonché titolare di alcuni raffinati ristoranti a Los Angeles, Houston e Las Vegas, metà dei vip del cinema hollywoodiano e di una clientela d’affari al massimo livello.

(Nella foto D´Angelo, il 3° da sx, con il console Nicola Faganello il 5° da sx, con la delegazione ricevuta a Los Angeles)