Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 885
RAGUSA - 04/11/2009
Attualità - Ragusa: celebrato anche in provincia il 4 novembre

Ieri l´Unità d´Italia e la festa delle Forze armate

Il comune capoluogo coinvolto con diverse iniziative concordate con la Prefettura, tra cui la cerimonia dell’alzabandiera in Piazza S.Giovanni Foto Corrierediragusa.it

Il 4 Novembre, giornata dell’Unita d’Italia e festa delle Forze Armate, ha visto Ragusa coinvolta con diverse iniziative concordate con la Prefettura, tra cui la cerimonia dell’alzabandiera in Piazza S.Giovanni.

Presenti per il Picchetto Armato le Forze Armate e Forze di Polizia al completo, Esercito ed Aeronautica provenienti dalla Provincia di Catania, Associazioni Combattenti e d’Arma, e non poteva mancare l’apporto del mondo scolastico che parteciperà attivamente, anche con canti patriottici che da settimane preparano con i loro insegnati e con la Banda Città di Ragusa.

Ai ragazzini sono stati distribuiti tanti palloncini, bandierine tricolori e cappellini patrocinati dagli assessori Elisa Marino e Mimì Arezzo.

Inoltre è stato allestito uno spazio espositivo, in Piazza Matteotti (Poste centrali), per ogni Forza Armata e di Polizia che rappresenta il proprio operato. Il Museo Civico diretto da Mario Nobile, ha messo a disposizione alcune divise storiche e un posto d’onore è stato riservato al primo Tricolore Italiano, grazie al quale il Comune di Ragusa gode del patrocinio della giornata dell’Unità Nazionale, da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che vedrà la nostra città, inserita nelle celebrazioni Nazionali del prossimo 150° Anniversario dell’Unità d’Italia.

Queste le iniziative intraprese con il sindaco di Ragusa Nello Dipasquale, nella consapevolezza di dover difendere i valori d’Unità Nazionale,che troppo spesso vengono attaccati, vanificando il sacrificio di tanti soldati, che continuano tutt’oggi a combattere e morire nelle missioni di pace per difendere la democrazia.

L´Unità d´Italia è stata celebrata anche in altri comuni della provincia, tra cui Vittoria e Scicli, nella frazione di Donnalucata (nella foto).
Due cerimonie sobrie quindi nello Sciclitano, come accennato a Donnalucata, in due tempi, davanti al monumento che ricorda il sacrificio del carabiniere Garofalo, e davanti al monumento dei caduti in mare, e l´altra in piazza Municipio.

Così è stata celebrata la festa del 4 Novembre, alla presenza dell´amministrazione comunale di Scicli, di una folta rappresentanza delle forze dell´ordine, carabinieri e ufficiali della Capitaneria di Porto di Pozzallo, oltre alle associazioni dei combattenti, dei reduci e dei marinai. Una tromba ha intonato il Silenzio, quindi tre corone d´allora sono state deposte sui monumenti ai caduti.