Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 605
RAGUSA - 01/11/2009
Attualità - Ragusa: per il Pd «la struttura presenta solo l’agibilità temporanea»

Ragusa: inaugurata la piscina comunale di c.da Selvaggio

Sarà aperta al pubblico da martedì

Dopo tre anni e mezzo di attesa, la piscina comunale di contrada Selvaggio ha riaperto sabato scorso i battenti, dopo una sobria cerimonia d’inaugurazione. La piscina, che tornerà ad essere pubblicamente fruibile martedì prossimo, era stata chiusa il 30 giugno 2006. Rubinetti serrati e vasca off-limits per gli indifferibili lavori di adeguamento strutturale ed impiantistico, già programmati da oltre un lustro, all´era della sindacatura Arezzo. La definizione dei progetti con l´amministrazione Solarino ed il decollo burocratico e l´avvio dei lavori con la giunta Dipasquale.

A tagliare il nastro il prefetto Francesca Cannizzo. Accanto al rappresentante del governo in provincia, il presidente del Coni, Rosario Cintolo, i deputati regionali Innocenzo Leontini e Riccardo Minardo, e il questore Giuseppe Oddo. A fare gli onori di casa, il sindaco Nello Dipasquale e l´assessore allo Sport, Francesco Barone, insieme al presidente del consiglio comunali, Titì La Rosa e ad uno stuolo di consiglieri.

La nuova ala, con il back-office per il ricevimento del pubblico ed il bar, garantirà anche l´efficienza organizzativa e l´espletamento delle attività burocratiche, mentre la nuova vasca d´ambientamento, risulta molto funzionale e consentirà la fruizione della piscina anche ai più piccoli. Enormi e spaziosi gli spogliatoi, anche se ancora incompleti: panche e phon dovrebbero essere installati nel corso della settimana.

Completamente ammodernata la vasca centrale, rialzata nel fondo e, soprattutto, con il soffitto ribassato, sì da consentire un copioso risparmio energetico, grazie anche alla nuova alimentazione a metano dell´impianto di riscaldamento. Finalmente fruibile la seconda tribuna che, come quella centrale, è ora dotata di comodi seggiolini.

L´investimento di un oltre un milione e mezzo, insomma, era indispensabile per ammodernare un impianto sportivo molto gettonato da atleti e dalla gente comune, ma anche molto oneroso da gestire. Come ha detto il sindaco Nello Dipasquale rivolgendosi alla platea, la piscina viene riconsegnata "chiavi in mano": sarà infatti il Coni ad assicurare da subito e almeno per un anno, in collaborazione con la Fin e le società sportive, la complessa ed articolata gestione.

GLI STRALI DEL PARTITO DEMOCRATICO: «LA STRUTTURA HA L’AGIBILITA’ TEMPORANEA»
Per il Pd l’inaugurazione della piscina comunale è stata del tutto fuori luogo in quanto, secondo il gruppo consiliare, «la struttura presenta solo l’agibilità temporanea». «Il 16 ottobre scorso – si afferma in una nota – la commissione di vigilanza ha evidenziato che non sono stati effettuati gli interventi di manutenzione all´impianto di pompaggio di filtrazione». Ma soprattutto che «la documentazione relativa alle vetrate non risulta idonea, in quanto le stesse non sono antisfondamento».

A riprova di tutto ciò, il fatto che la commissione vigilanza abbia rilasciato l´agibilità provvisoria sino al 10 novembre, quando la piscina potrebbe diventare nuovamente off-limit. Il verbale di collaudo, a firma dell´architetto Giovanni Anselmo, evidenzia anche «macchie d´umidità in una delle pareti della vasca di ambientamento, del soffitto di due uscite di sicurezza, dovute ad infiltrazioni d´acqua piovana, poiché i lavori non sono stati eseguiti a regola d´arte».