Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 988
RAGUSA - 25/10/2009
Attualità - Ragusa: convegno su economia e ambiente a Villa Fortugno

Acli, analisi contro inquinamento e capitalismo

Il presidente regionale Santino Scirè, presidente regionale Acli: «Speriamo che questa crisi sia opportuna e che rovesci la clessidra»
Foto CorrierediRagusa.it

Le Acli provinciali hanno messo il dito nella piaga della crisi economica e del degrado ambientale. Nel corso del convegno che si è svolto a Villa Fortugno, dal titolo «Economia a salvaguardia dell’ambiente per nuovi spazi di cittadinanza» è emerso uno scenario inquietante. Relatori d’eccezione, don Mario Cascone, docente di Teologia morale e Bioetica, ed Emanuele Giudice, scrittore e saggista attento osservatore e critico delle tematiche sociali, della solidarietà, dell’immigrazione.

I lavori sono stati coordinati dal presidente provinciale delle Acli Rosario Cavallo, che si è avvalso della collaborazione di mons. Giovanni Battaglia. Presenti anche Santino Scirè e Andrea Olivero, rispettivamente presidente regionale e nazionale delle Acli. Per l’amministrazione comunale e provinciale, hanno portato il saluto l’assessore Michele Tasca e il presidente della Provincia Franco Antoci.

L’analisi di Mario Cascone è stata spietata, pungente, efficace. Contro le attuali regole di mercato, contro chi decide le leggi del mercato in maniera sperequata «che danno ricchezza a pochi e povertà a molti. Prevale solo il profitto, il capitalismo spietato controlla ormai il mercato della globalizzazione».

Più tecnico, ma altrettanto incisivo l’intervento di Emanuele Giudice, sempre attento alle problematiche sociali e delle fasce più deboli, che ha definito «cicale spensierate» coloro che governano il mondo e non prestano attenzione alle tematiche ambientali. «L’economia e l’ambiente- ha detto Giudice- sono in conflitto, esiste un uso irrazionale delle risorse. I poteri forti hanno responsabilità colossali, a partire dalla vecchia gestione del governo americano, maggiore responsabile dell’inquinamento mondiale». Il rimedio a tutto questo? «Sempre la politica, perché il ruolo della politica è dev’essere pedagogico in un mondo che non mette più figli al mondo».

Il presidente nazionale delle Acli, Andrea Olivero s’è auspicato che gli «ottimi contributi emersi durante il convegno si possano trasformare in atti concreti». Antonino Scirè, invece, presidente regionale, ha definito di «alto spessore culturale il convegno» e si è augurato che l’attuale crisi che si sta vivendo possa essere l’opportunità per rovesciare la clessidra in vista della discontinuità con il passato». Ai lavori ha partecipato anche il vescovo di Ragusa Paolo Urso.

Nella foto in alto, da sinistra: Emanuele Giudice, Santino Scirè, Andrea Olivero, Rosario Cavallo e mons. Giovanni Battaglia)