Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1249
RAGUSA - 24/10/2009
Attualità - Le contrapposizioni interne al partito hanno fatto "cadere" Diego Cammarata

Guerra intestina nel Pdl, Visentin all´Anci Sicilia

Il sindaco di Siracusa rileva il prestigioso incarico dal suo omologo di Palermo: "Sarò il rappresentante di tutti i comuni siciliani" Foto Corrierediragusa.it

La guerra intestina nel Pdl fa la prima vittima. Diego Cammarata, discusso sindaco di Palermo, non è più il presidente dell’Anci Sicilia, l’associazione e parlamentino dei sindaci siciliani. L’assemblea dell’Anci tenutasi a Caltanissetta ha infatti eletto al suo posto Roberto Visentin (nella foto), sindaco di Siracusa.

L’asse Miccichè-Lombardo ha consumato la vendetta nei confronti dell’area Alfano-Schifani del Pdl che sosteneva la ricandidatura di Cammarata. Una prova di forza del nascente partito del sud che ha nel presidente della regione ed in Gianfranco Miccichè la punta più avanzata. Cammarata aveva presentato la sua candidatura ma di fronte all’alleanza tra i sindaci Mpa e quelli targati Miccichè ha dovuto battere la ritirata e gettare la spugna.

«Sarò il rappresentante di tutti i comuni siciliani – ha detto Visentin, mentre Diego Cammarata ha deposto le armi con onore e senza polemiche « Ho deciso di ritirare la candidatura per evitare una spaccatura all’interno dellìAnci. L’unità è un valore importante ed è stata sacrificata sull’altare dei contrasti politici interni alla maggioranza». Francesco Scoma, vice di Cammarata a Palermo è stato lapidario ed ha ben sintetizzato la nuova realtà politica in Sicilia « Il Pdl in Sicilia sostanzialmente non esiste più».