Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 1052
RAGUSA - 16/10/2009
Attualità - Ragusa: il deputato regionale dell’Mpa a cuore aperto sul Corfilac

Minardo: «No a Licitra presidente a vita del Corfilac»

Il parlamentare senza peli sulla lingua invoca «trasparenza» e chiede la modifica dello Statuto del Consorzio: «Come vengono spesi i soldi ricevuti dalla Regione e dalla Comunità europea?»
Foto CorrierediRagusa.it

Il pensiero di Raffaele Lombardo nella voce di Riccardo Minardo. Sul Corfilac non c’è più niente da nascondere. L’attacco del parlamentare regionale è a 360° gradi. Con l’avallo di Palazzo d’Orleans. «Nulla di personale contro il prof. Giuseppe Licitra (nella foto)- dice Minardo al telefono mezz’ora prima di emettere un comunicato stampa- ma non capisco perché debba rimanere presidente a vita. Cosa c’è da coprire? Di sicuro lo scopriremo…. Non riesco a comprendere tanta ostinazione nel rimanere in quel posto dopo 13 anni, a difendere uno Statuto vecchio».

-Onorevole, noi non capiamo il perché di tanta pervicacia per cambiare il presidente uscente. Ha operato male? Si vuole dare quel posto a un soggetto con il marchio della politica?

«Assolutamente no. La presidenza dev’essere al di fuori della politica, affidata sempre al settore della zootecnia, ma la stagnazione non sta bene».

-Stagnazione, cose da coprire, lo scopriremo: concetti che parlano a nuora perché suocera intenda, vuole essere più chiaro?

«Legga l’articolo 9 dello Statuto, sembra fatto su misura per il prof. Licitra».

-Se ce l’ha fra le mani lo legga lei.

«Eccolo: «Il presidente è nominato dal Comitato ed è scelto anche all’esterno del Comitato tra i docenti dell’Università degli Studi di Catania che abbiano svolto rilevanti attività scientifiche in ambito zootecnicno e che abbiano comprovata esperienze nell’ambito della ricerca concernente il settore lattiero-caseario e il suo sviluppo». Ci manca solo la sua foto, dire che il presidente debba essere alto 1,90 e con la barba brizzolata…»

-E la Regione secondo lei darà maggiori garanzie di quelle attuali?

«Il Consorzio appartiene a tutti. Il Corfilac gestisce un bilancio annuale di circa 7/ 8 milioni di euro e dà lavoro a circa 70 persone. Di fronte a questi contributi della Regione e della Comunità europea quali sono i vantaggi che ricadono sugli allevatori? L’intervento della Regione è teso a modificare lo statuto per ripristinare un concetto di trasparenza».

-Onorevole Minardo, è un altro argomento ma glielo pongo. Sono maturi i tempi per un ingresso dell’Mpa nella giunta provinciale.

«Faccia la domanda al presidente Antoci e agli alleati».

-La rigiro a lei. L’Mpa è pronto per entrare in giunta con Vito D’amato assessore?

«Siamo disponibili, ma dire di D’Amato è prematuro. Ci sono tanti nomi pronti che daremo soltanto al via libera».