Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1032
RAGUSA - 10/10/2009
Attualità - Ragusa: il Pd sposa la causa dei single, che pagano quanto le famiglie numerose

Raddoppio tassa spazzatura a Ragusa, monta la protesta

Raccolte 450 firme. L’assessore al ramo Roccaro: "Polemiche inutili"

Tassa sulla spazzatura raddoppiata a Ragusa? Lo sostiene il Pd, alla luce del fatto che, negli ultimi tre anni, gli introiti comunali sono più che raddoppiati, a fronte di un numero più o meno uguale di contribuenti: si è passati da poco più di 4 milioni di euro a poco meno di 9 milioni. Eppure i ragusani conferiscono la medesima quantità di rifiuti nei cassonetti. Un aumento bollato quindi come spropositato dal consigliere Pd Riccardo Schininà, promotore del sit-in di protesta dinanzi al comune nel corso del quale sono state raccolte circa 450 firme.

A soffrire maggiormente dell’aumento della Tarsu sono soprattutto i single, visto che la tassa è calcolata non in base al numero dei componenti del nucleo familiare, quanto piuttosto sull’effettivo metraggio delle abitazioni. Così, ad esempio, un single che vive in un’abitazione di 200 metri quadrati, pagherà la medesima somma di un nucleo familiare tipo composto da quattro persone che abita in una casa di 100 metri quadrati. Una situazione che il Pd giudica iniqua e penalizzante.

Di parere opposto l’assessore comunale al bilancio Salvatore Roccaro, secondo cui «la pressione fiscale in termini di spazzatura a Ragusa è tra le più basse d’Italia, pur tenendo conto dell’aumento della fisiologico della tassa dovuto ad un adeguamento non più procrastinabile alle direttive del decreto Ronchi in materia di ambiente».