Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 391
RAGUSA - 02/10/2009
Attualità - Ragusa: esposta la reliquia del poverello patrono d’Italia

Ragusa: entrano nel vivo i festeggiamenti per San Francesco

Padre Ramondazzo: "Un pizzico della semplicità del Santo proveremo a trasmetterla anche noi durante le varie celebrazioni"
Foto CorrierediRagusa.it

Entrano nel vivo i festeggiamenti in onore di san Francesco d’Assisi. Dopo la celebrazione del sessantesimo anniversario della fondazione della parrocchia, padre Giuseppe Ramondazzo (nella foto), il parroco, ha esposto la reliquia del poverello patrono d’Italia. Si tratta di un piccolo frammento osseo, ricavato dalle spoglie mortali del santo, ottenuto dal parroco qualche anno fa direttamente dal Vaticano. Il reliquiario è contenuto durante tutto l’anno in una teca in legna e viene esposto solamente in occasioni particolari.

Proprio in questi giorni dedicati ai festeggiamenti in onore del santo, i fedeli hanno l’opportunità di venerare la reliquia. «Per la comunità – spiega padre Ramondazzo – è un modo ancora più intenso per onorare Francesco, servo fedele e ministro di Cristo. La figura del poverello d’Assisi ha fatto il giro del mondo per la sua semplicità nel trasmettere il messaggio cristiano. Un pizzico di questa semplicità proveremo a trasmetterla anche noi durante le varie celebrazioni».

Oggi alle 18,30 la celebrazione dell’Eucaristia presieduta da padre Giovanni Salonia. Tra gli eventi collaterali, da segnalare alle 21, in piazza Cappuccini, l’esibizione teatrale della compagnia «La cassa mutua» di Mariuccia Cannata, in arte «Pipitonella», che proporrà la commedia «Poveri ma disonesti». Sabato 3 ottobre, alle 10 la celebrazione dell’Eucaristia presieduta da padre Giuseppe Antoci con la partecipazione dei ragazzi delle scuole. Alle 16 si terrà l’inizio dell’anno catechistico e la presentazione dei ragazzi e delle catechiste alla comunità. Alle 18,30, la celebrazione dell’Eucaristia e del Transito con l’animazione curata dai gruppi e dalle associazioni operanti in parrocchia.

Tra gli eventi collaterali, sempre sabato, alle 21, il saggio di balli di tutte le scuole presenti nel territorio ragusano coordinato dalla «Swing dance» di Raffaele Furnaro. Domenica 4 ottobre la celebrazione della solennità di San Francesco d’Assisi. Questi gli appuntamenti. Alle 9,30 e alle 11 la celebrazione eucaristica. Alle 18 ancora una celebrazione eucaristica che sarà seguita dalla processione con il simulacro del santo.

Le vie ad essere interessate dalla processione saranno: piazza Cappuccini, via Marsala, via Meli, via Pirandello, via Carlo Alberto (con sosta presso il monastero); via Marsala, via D’Alcamo, piazza Igea, via Orlando, via Ing. Migliorisi, via Leonardo Da Vinci, via Salvo D’Acquisto, piazza Caduti di Nassirya (davanti all’ospedale Civile si terrà la benedizione degli ammalati), piazza del Popolo, via Dante, via Pennavaria, via Trasportino, ponte Vecchio (ci sarà una sosta per lo spettacolo pirotecnico), rientro in piazza Cappuccini. Ad accompagnare la processione la banda musicale «San Giorgio-Città di Ragusa».

Tra gli eventi collaterali, lo spettacolo musicale degli «Sterio duo» e la partecipazione di Sergio. Alle 23 il sorteggio dei premi messi in palio. Nelle giornate di venerdì, sabato e domenica, inoltre, sarà allestita una pesca di beneficenza e la fiera del dolce con degustazione dei prodotti offerti dalla ditta «Ragusa Latte».