Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 443
RAGUSA - 01/09/2009
Attualità - I concerti a Pozzallo e Ragusa hanno raccolto proseliti

Venditti e Baglioni: i "vecchi" della musica piacciono

I due inossidabili cantautori chiudono col botto la stagione dei concerti in provincia

Antonello Venditti e Claudio Baglioni chiudono la stagione dei concerti in provincia di Ragusa. Ha risposto con grandi numeri il pubblico ibleo, e non solo, visto che i due concerti sono stati seguiti anche da famiglie, adulti, giovani provenienti dalle vicine provincie di Siracusa e Caltanissetta. Diversi nello stile e nell’approccio con il pubblico, i due cantautori esercitano ancora attrattiva e fascino sul pubblico e se questo può essere comprensibile per chi fu giovane negli anni 70’ ed 80’ la riscoperta da parte delle ultime generazioni fa pensare sull’attuale momento della musica italiana costretta ancora a rispolverare «Roma capoccia» o «Questo piccolo grande amore».

I revival 2009 di Venditti e Baglioni, in ottima compagnia con Dalla, De Gregori, Nannini e compagnia cantando, interpretano così gli umori del pubblico ed esportano in provincia i loro spettacoli grazie anche all’aiuto di amministrazioni locali pronte a sostenere o compartecipare nei costi come ha fatto il sindaco Peppe Sulsenti che a questo proposito ha dovuto subire gli attacchi di Pozzallo Giovani per un finanziamento di 50mila euro.

Se le scelte degli enti pubblici vanno sul sicuro e sulla «tradizione», forse anche per appagare l’attesa del grande pubblico, più alternative e spregiudicate dal punto di vista delle scelte sono le associazioni private che puntano su artisti giovani, di musica folk o jazz per un’offerta che andrebbe comunque calibrata anche per promuovere emergenti di qualità ed accertato valore.

La stagione 2009 evidenzia anche che la provincia difetta di una struttura per grandi eventi capace di accogliere dai cinque mila spettatori in su a meno di utilizzare i prati dei campi sportivi, come per lo spettacolo di Baglioni a Ragusa, o l’area del porto a Pozzallo. Questa si è rivelata capace e capiente ma acustica e comodità sono approssimative pur se il costo del biglietto non è stato di sicuro a buon mercato.