Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 720
RAGUSA - 03/08/2009
Attualità - Ragusa: secondo la classifica elaborata dal settimanale «L’Espresso»

Evasori, la provincia iblea prima in Sicilia e seconda in Italia

Dopo la provincia di Aosta i ragusani si distinguono infatti per le maggiori differenze tra tenore di vita e reddito dichiarato

Primi in Sicilia e secondi in Italia. La provincia di Ragusa detiene il primato degli evasori fiscali secondo la classifica elaborata dal settimanale «L’Espresso». Dopo la provincia di Aosta i ragusani si distinguono infatti per le maggiori differenze tra tenore di vita e reddito dichiarato, una percezione finora avvertita solo a naso soprattutto quando si è soliti passeggiare per le vie principali di ogni cittadina iblea dove Mercedes, Audi e Range Rover fanno passerella per non parlare dei porti turistici dove abbondano imbarcazioni dai dieci metri in su.

Gli indicatori utilizzati dal settimanale indicano in 13 mila euro il reddito disponibile pro capite (i dati si riferiscono al 2007), ovvero poco più di mille euro al mese, ma riferiscono anche di una percentuale del 6,10 di possessori di automobili di lusso e di cilindrata superiore ai 2000cc; inoltre sono aumentati i depositi bancari del 7,62 per cento e le residenze di fascia A incidono nel patrimonio immobiliare del 7,05 per cento. Si tratta insomma di indicatori che testimoniano un tenore di vita medio alto che fa a pugni con i miseri redditi dichiarati soprattutto nel settore edile che in provincia di Ragusa appare come quello trainante ma anche quello tendente maggiormente all’evasione.

Secondo i complessi parametri utilizzati in provincia di Ragusa lo scostamento tra reddito e benessere, elemento che evidenzia l’evasione fiscale, è di 1,3837 mentre Roma ad esempio registra uno scostamento dello 0,6177. Ragusa è leader in Sicilia ma altre sette provincie siciliane non sono da meno visto che si collocano al primo posto della classifica nazionale mentre la più virtuosa è Enna che si colloca a metà classifica. Sicilia e Ragusa dunque terra di fiscalisti e commercialisti «maghi» o piuttosto incline al sommerso ed all’occultamento. Per gli uomini della Guardia di Finanza è un’estate per riflettere e c’è ancora tanto lavoro da fare.