Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1188
RAGUSA - 24/07/2009
Attualità - L’Associazione iblea rimarrà ancora vicina agli abruzzesi anche in estate

"Ci ridiamo su": clown terapia per i terremotati

Con l’obiettivo di costituire un «centro estivo» in cui bambini e ragazzi possano trascorrere il loro tempo libero

L´Associazione iblea di clown terapia "Ci ridiamo Su» rimarrà ancora vicina ai terremotati abruzzesi anche per buona parte dell’estate, fino al 9 settembre, continuando a prestare il loro servizio a favore degli sfollati presenti al Campo di Murata Gigotti a Coppito, frazione dell’Aquila, in collaborazione con varie associazioni e organismi locali, nazionali ed internazionali.

Il progetto ha preso il via con l’arrivo della nuova stagione e ha la finalità di costituire un «centro estivo» in cui bambini e ragazzi possano trascorrere il loro tempo libero; in questo modo si darà anche la possibilità ai genitori di poter contare su un centro in cui lasciare i propri figli durante le ore lavorative, visto che numerose strutture esistenti sono divenute inagibili a causa del terremoto.

Il personale specializzato, assieme ai volontari, è impegnato nello svolgimento di attività che permettano di soddisfare le diverse esigenze di bambini e ragazzi, sino ai diciotto anni di età, per mezzo di attività sportive, ludiche, ricreative oltre che educative e formative, grazie all’offerta di laboratori di vario genere.

Tutto questo è importante perché oltre alla ricostruzione degli edifici è necessaria anche una ricostruzione di tipo sociale, civile; per ottenere ciò, occorre riaffermare nuovamente l’autostima di ciascun cittadino duramente colpito nell’animo da questo tragico evento.

E’ possibile presentare la propria richiesta di partecipazione inviando domanda all’indirizzo e-mail: ciridiamosu@gmail.com o telefonando al numero 329/4219904, con la consapevolezza che il contesto verso cui si andrà incontro è ancora abbastanza teso, si registrano tuttora regolari scosse e la vita quotidiana fatica a tornare alla normalità; inoltre, i volontari saranno ospitati all’interno delle tendopoli e condivideranno con gli sfollati gran parte della giornata.

Per ulteriori informazioni: www.ciridiamosu.blogspot.com.