Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 832
RAGUSA - 14/07/2009
Attualità - Il "Regina Margherita" e il "Busacca" potrebbero essere ridotti a centri di riabilitazione

Decreto Russo, a rischio gli ospedali di Comiso e Scicli

La conferenza dei sindaci, allargata alla deputazione regionale e ai segretari confederali, ha concordato sulla formulazione di una proposta alternativa che non penalizzi la sanità iblea

Sono gli ospedali «Regina Margherita» di Comiso e «Busacca» di Scicli a rischiare grosso a causa degli effetti del decreto dell´assessore regionale alla Sanità, Massimo Russo, sul riordino della rete ospedaliera, almeno per quanto concerne il taglio di 85 posti letto (54 ordinari e 31 di day hospital) all´Ausl 7 di Ragusa.

In pratica i due ospedali potrebbero essere ridotti a semplici centri di riabilitazione. Per questo motivo e per tante altre ragioni la conferenza dei sindaci, allargata alla deputazione regionale e ai segretari confederali, ha concordato sull’immediato ritiro del decreto e sulla formulazione di una proposta alternativa che non penalizzi la sanità iblea . L’istanza è stata avanzata all´assessore Russo.

Intanto il deputato regionale Mpa Riccardo Minardo ha incontrato l’assessore regionale Russo. Il confronto si è incentrato sulla riconversione della rete ospedaliera in provincia e sul servizio 118, problematiche che stanno suscitando allarme nel territorio. In particolare, sottolinea il deputato regionale, si è discusso del servizio 118 a S. Croce Camerina e della questione dei posti letto. Per quanto riguarda la questione del 118, si è ipotizzata una soluzione importante, ovvero quella di assegnare le somme alla futura azienda sanitaria provinciale.

Considerato che con il costo di una postazione del 118 che è di 450 mila euro, si possono istituire tre postazioni di ambulanze con infermiere a bordo al costo di 150 mila euro ciascuno. In questo modo si può coprire sia S .Croce e Scoglitti. Russo ha infine assicurato e Riccardo Minardo la sua disponibilità ad un incontro a livello provinciale con tutte le parti interessate per discutere dettagliatamente della sanità in provincia di Ragusa.