Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 895
RAGUSA - 04/07/2009
Attualità - Ragusa: nuove assunzioni di medici specialisti in provincia

In servizio 5 nuovi medici. A Vittoria aprirà Rianimazione

Il manager dell’Ausl 7 Manno: «Si alzano il livello di sicurezza e la qualità dell’offerta sanitaria in tutta la provincia». Un lettore gradisce ma segnala altre lacune sanitarie Foto Corrierediragusa.it

Finalmente i medici che mancavano: gli anestesisti e i rianimatori. Dal prossimo 16 luglio 5 medici dirigenti entreranno in servizio presso l’Ausl 7. Prenderanno servizio a tempo indeterminato, sulla base della graduatoria degli atti approvati dalla Commissione del concorso pubblico i medici Giuseppe Fallico di Tremestieri Etneo; Alessandro Spina di Catania; Giovanni Buscema di Modica; Giuseppe Marco Caccami di Scicli e Annalaura Paratore di Biancavilla.

L’immissione in ruolo di questi medici dirigenti, specializzati in Anestesia e Rianimazione, permetterà il completamento dell’organico e la piena efficienza di quei servizi connessi a tale delicato settore.

«L’urgenza e la necessità di dovere attivare l’U.O. di Rianimazione del Presidio Ospedaliero di Vittoria» – ha dichiarato il direttore generale dell’Ausl 7 Fulvio Manno (nella foto) – ha reso veloci tutte le procedure relative a questo concorso, tant’è che l’autorizzazione della Regione al suo espletamento è arrivata il 28 maggio scorso. L’apertura della Rianimazione di Vittoria innalzerà il livello di sicurezza e la qualità dell’offerta sanitaria di tutta la provincia».

SULLA RIAPERTURA DI RIANIMAZIONE UN LETTORE CI HA SCRITTO
Mi fa piacere leggere queste notizie, ma la qualità non si vede solo dalle prestazioni, ma anche dall´assistenza domestico-alberghiera e igienica. Il numero degli ausiliari è ridotto al minimo, un ausiliario deve occuparsi di due o più reparti e non c´è più il tempo di pulire il letto alla dimissione del paziente, di pulire il comodino o la testata del letto. Raccolgono ciò che avanza dai pasti velocemente senza nemmeno preoccuparsi di passare una pezza umida sui tavoli... e la sporcizia impera. Qualità delle prestazioni va bene, ma anche altre qualità meno "nobili" vanno tenute in conto.