Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 846
RAGUSA - 25/06/2009
Attualità - Ragusa: la denuncia di "Legambiente"

Ragusa: villette edificate in maniera illegittima?

Il presidente dell’associazione ambientalista Conti ipotizza il reato di lottizzazione abusiva

«Da più parti ci viene segnalato che sono ripresi i lavori di costruzione di villette per edilizia residenziale in zona agricola, lungo la strada provinciale per Marina di Ragusa, sospesi alla fine dello scorso anno. La costruzione di tali villette risulta, pur supportata da un permesso di costruire rilasciato dal Comune di Ragusa, illegittima, di conseguenza si configura il reato di lottizzazione abusiva».

Così il presidente del circolo di Legambiente Ragusa, Claudio Conti, in una lettera indirizzata al sindaco del capoluogo ibleo, Nello Dipasquale. Nella missiva, il presidente dell’associazione ambientalista riferisce inoltre segnalazioni circa la ripresa «di lavori di sbancamento del suolo al fine di costruire due villette sulla strada provinciale per Marina di Ragusa qualche centinaio di metri prima dell’incrocio con la provinciale Santa Croce Camerina–Scicli».

E anche in quest’ultimo caso si configurerebbe «il reato di lottizzazione abusiva» in quanto «gli insediamenti di edilizia residenziale sono incompatibili con la destinazione d’uso del verde agricolo prevista dal Piano regolatore». Il presidente Conti sottolinea come «il giudizio sull’illegittimità delle costruzioni è avvalorato dal parere numero 52545 del 30 agosto 2005 dell’assessorato regionale al Territorio e all’Ambiente, per il quale la realizzazione di più unità abitative in zona agricola può costituire di fatto un insediamento abitativo che, in quanto tale, deve essere necessariamente previsto e disciplinato dallo strumento urbanistico generale».

Da qui la richiesta del circolo di Legambiente Ragusa di un «intervento immediato del sindaco al fine di sospendere i lavori relativi a concessioni che riguardano non soltanto i casi segnalati, ma anche tutte le costruzioni plurime in zona agricola nel territorio comunale attualmente in essere».