Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 755
RAGUSA - 12/06/2009
Attualità - Ragusa: ben 5 episodi in meno di 24 ore

Ragusa: furti nella zona artigianale, allarme della Cna

Il presidente Giorgio Battaglia chiede maggiori controlli Foto Corrierediragusa.it

«Ben cinque furti all’interno di altrettanti capannoni sono stati perpetrati nella notte tra giovedì e venerdì nella zona artigianale di contrada Mugno. Chiediamo il supporto concreto delle forze dell’ordine per far sì che la loro attività di controllo possa orientarsi con la massima attenzione anche su questo sito produttivo».

E’ la richiesta portata avanti dal presidente della Cna territoriale di Ragusa Giorgio Battaglia (nella foto), dopo aver preso atto della grave situazione venutasi a verificare nelle ultime ore. «Ora che gli opifici sono stati completati e che qualche attività produttiva ha già cominciato ad operare – continua Battaglia – non sarà sembrato vero ai ladri venire a fare man bassa da queste parti.

Hanno portato via mezzi da lavoro, materiale da ufficio, addirittura semilavorati, procurando, ovviamente, un grave danno alle nostre imprese che già fanno i conti con gli evidenti disagi procurati dalla crisi. Ecco perché chiediamo alle forze dell’ordine, che svolgono con notevole sollecitudine la propria attività sul territorio comunale, la massima attenzione pure su questa nuova area del capoluogo che rischia, altrimenti, di doversi confrontare, di continuo, con devastazioni che mettono a repentaglio tutto quanto di buono costruito finora.

I piccoli e medi imprenditori, provati dalla situazione congiunturale negativa, vengono buttati giù, a causa di questa situazione, sia economicamente che psicologicamente. Un invito rivolgiamo anche alle istituzioni affinchè facciano quadrato su una questione che merita, a nostro modo di vedere, di essere posta tra le priorità dell’azione amministrativa».