Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 741
RAGUSA - 12/06/2009
Attualità - Ragusa per l’acquisizione di finanziamenti con i fondi per le aree sottoutilizzate

Ragusa: progetto di "Riqualificazione urbana del centro"

Costituito un ppartenariato istituzionale per l’acquisizione di finanziamenti Foto Corrierediragusa.it

E´ stato presentato a Ragusa il progetto preliminare «Riqualificazione urbana del centro della città di Ragusa con la realizzazione di un parco urbano nella vallata Santa Domenica, di un polo espositivo nelle cave dismesse di Contrada Tabuna ed il potenziamento della viabilità di collegamento con i quartieri periferici».

Il progetto, predisposto dai tecnici del Settore IX su disposizione dell’amministrazione comunale, parteciperà al bando pubblicato sulla GURS del 17 aprile 2009, in scadenza tra un mese, per la costituzione di un «parco progetti regionale volto alla promozione di programmi di riqualificazione urbana funzionale», finalizzato all’acquisizione di finanziamenti con i fondi per le aree sottoutilizzate (fondi Fas).

Il bando prevede l’assegnazione di una quota di punteggio per quelle progettazioni che sono corredate dalla costituzione di un partenariato istituzionale socio-economico

finalizzato al perseguimento degli obiettivi del programma di riqualificazione presentato. Finalità prioritaria per l’amministrazione comunale è quella di potere acquisire il massimo punteggio possibile in modo da conquistare una posizione utile nella graduatoria del parco-progetti regionale per potere accedere ai finanziamenti.

L’importo complessivo del programma di riqualificazione illustrato oggi ammonta a 20 milioni di euro ed affronta il tema del degrado urbano del centro storico in termini di depauperamento abitativo, economico e di accessibilità. Lo scopo è quello di accrescere l’attrattiva della città nel suo complesso, riqualificando aree strategiche, come la vallata Santa Domenica o le cave dismesse di Contrada Tabuna, per un rilancio sociale, culturale ed economico.

Gli interventi inseriti nel programma di riqualificazione prevedono per la vallata S. Domenica la creazione di un parco urbano naturalistico al cui interno potranno essere realizzate aree attrezzate per il tempo libero, percorsi, collegamenti, giardini tematici. Il canale che attraversa la vallata potrà essere «rinaturalizzato», previsto anche un impianto di «fitodepurazione» delle acque. Non si ipotizzano nuove volumetrie per l’area delle cave dismesse di contrada Tabuna, bensì si pensa di utilizzare queste strutture per l’insediamento di attività didattiche, scientifiche, musei interattivi. La problematica del miglioramento dell’accessibilità dalla periferia al centro è affrontata con il completamento di Piazza del Popolo, di via Cartia, di via Gen. Cadorna e con l’allargamento e la sistemazione di via Gandi.

Tutti i rappresentanti presenti hanno oggi firmato la bozza di costituzione di partenariato istituzionale socioeconomico a cui successivamente potranno aderire altri enti ed organismi interessati.

(Nella foto un momento della presentazione del progetto)