Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 536
RAGUSA - 06/05/2009
Attualità - Ragusa: da Vittoria a Ispica, passando per Ragusa e Modica

I volontari dei comuni iblei in Abruzzo

La Caritas diocesana continuerà ad essere presente anche nei prossimi mesi nei luoghi del sisma con suoi volontari Foto Corrierediragusa.it

E’ rientrata dall’Abruzzo la delegazione vittoriese composta dal sindaco Giuseppe Nicosia, dall’assessore alle Manutenzioni, Filippo Cavallo, dall’assessore Giuseppe Malignaggi e da altri (nella foto). La delegazione è rimasta in Abruzzo per cinque giorni assieme ai tecnici comunali dei settori Urbanistica e Manutenzioni. La delegazione vittoriese che ha portato all’Aquila un grande quantitativo di primizie dell’agricoltura vittoriese, ha dato il più ampio sostegno alle popolazioni colpite dal sisma.

"Voglio pubblicamente ringraziare Cavallo- ha detto il sindaco Nicosia- perché ha coordinato e diretto la spedizione ed ha condiviso, per cinque giorni, l’impegno sul campo, dedicandosi al censimento delle unità abitative e dando un esempio concreto di ciò che, secondo la nostra concezione, dev’essere un amministratore, ovvero uno che non lascia soli gli uffici, che condivide il lavoro, i disagi, le notti in bianco. Voglio sottolineare il suo lavoro e voglio indicarlo come esempio da seguire. Nella missione abruzzese non si sono contraddistinti solo i dipendenti dell’Ente, assieme alla Protezione Civile e al volontariato regionale, ma anche un amministratore, che per primo ha dato l’esempio".






ANCHE I VOLONTARI DI ISPICA APPORTANO IL LORO PREZIOSO CONTRIBUTO
di Eva Brugaletta


Fabio Fidone, Biagio Fava, Sara Distefano, Consuelo Leontini e Francesco Burgio sono i cinque volontari ispicesi del gruppo comunale della Protezione civile che si sono recati in Abruzzo per fornire aiuto agli sfollati. Anche il comune di Ispica ha voluto portare un concreto contributo alle popolazioni colpite dal catastrofico sisma che ha sconvolto la provincia de L’Aquila.

I cinque volontari della Protezione civile si trovano a Tornimparte, un piccolo comune costituito da tre mila abitanti, che fa parte della comunità montana Amiternina, sotto cui è stato localizzato l´epicentro del terremoto.

Tornimparte risulta quindi una delle città più duramente colpite dal terremoto che oltre un mese fa ha devastato l’intera provincia dell’Aquila.

Il sindaco Piero Rustico, ogni giorno, si mette in contatto con i cinque volontari del gruppo comunale per ricevere loro notizie, usufruendo di skype. E, ieri mattina, oltre la delegazione ispicese, ha potuto anche parlare con il sindaco di Tornimparte, Antonio Tarquini.

Il sindaco Tarquini e i volontari, durante la conversazione, si trovavano all’interno di una scuola allestita nella tendopoli cittadina.

Il primo cittadino di Tornimparte ha ringraziato, non solo i cinque volontari, ma tutti gli ispicesi per la solidarietà che stanno ponendo al servizio degli abruzzesi, annientati quasi dalla calamità naturale.

Il sindaco Rustico, da parte sua, ha ribadito a Tarquini massima disponibilità sempre e comunque. «Vi sono vicino – ha detto Rustico – e, con me, tutti i miei concittadini. Comprendiamo molto bene quanto stiate soffrendo poiché anche la Sicilia è stata una terra martoriata dai terremoti, ma sempre ha saputo rialzarsi e ricostruire con orgoglio ed entusiasmo, caratteristiche che contraddistinguono anche la popolazione abruzzese, come abbiamo avuto modo di notare. In queste funeste circostanze – conclude – non possono esservi colori politici o altri fattori di divisione: l’umanità, la fratellanza ed il senso di responsabilità e aiuto sono comuni a tutto il popolo italiano che, nelle avversità, riesce sempre ad esternare la sua parte migliore».

Dopo il colloquio con il sindaco Tarquini, il primo cittadino ispicese si è intrattenuto con Fidone, Fava, Distefano, Leontini e Burgio, augurando loro di continuare a svolgere con passione e spirito di sacrificio la loro missione di solidarietà.


30MILA EURO DALLA DIOCESI DI RAGUSA PER L´ABRUZZO

Ammonta a 30mila 675 euro di cui 27mila provenienti da parrocchie ed istituti religiosi e 2mila 885 da privati la somma raccolta nella Diocesi di Ragusa a favore delle popolazioni abruzzesi colpite dal terremoto. Quanto raccolto sarà inviato in Abruzzo tramite la Caritas diocesana.

Oltre a questa dimostrazione di grande generosità, la Diocesi di Ragusa sarà presente in Abruzzo tramite iniziative promosse dalla delegazione Regionale Caritas. Un gruppo di 5 animatori, coordinati da don Franco Ottone, si recherà nella zona di Paganica ed Onna dal 12 al 26 luglio per stare accanto alle popolazioni terremotate.

La Caritas diocesana continuerà ad essere presente anche nei prossimi mesi nei luoghi del sisma con suoi volontari, chiamati a stabilire relazioni salde di vicinanza con le comunità abruzzesi ed a contribuire alla ricostruzione di speranze e prospettive.

NELLA GALLERIA SOTTO LE FOTO DEI VOLONTARI DI VITTORIA E ISPICA IN ABRUZZO. CLICCATECI SOPRA PER INGRANDIRLE

I volontari di Vittoria con il sindaco Giuseppe Nicosia in Abruzzo Da sx i volontari ispicesi Fava,  Fidone,  Leontini,  Distefano e Burgio con il sindaco di Ispica Piero Rustico