Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 482
RAGUSA - 22/04/2009
Attualità - Ragusa: il presidente della Regione ha garantito il rifinanziamento al sindaco Dipasquale

Sono salvi i fondi della legge per Ragusa Ibla

Il capogruppo del Pdl all’Ars Innocenzo Leontini aveva assicurato 4 milioni di euro
Foto CorrierediRagusa.it

La legge speciale su Ragusa Ibla sarà interamente rifinanziata. Non ci sarà nessun taglio del 50% sulle somme. Il dato emerge dalle rassicurazioni del presidente della Regione Raffaele Lombardo al sindaco di Ragusa Nello Dipasquale, recatosi di corsa a Palermo per accertare se la Regione intendesse o meno finanziare in maniera integrale la legge.

«Sembra dunque scongiurato il taglio dei fondi alla Legge su Ibla – dichiara il Sindaco Nello Dipasquale. «Nella serata di martedì - aggiunge il primo cittadino - mi sono incontrato con il Presidente della Regione Raffaele Lombardo e l´Assessore Carmelo Incardona che erano impegnati in una riunione della Giunta di Governo; entrambi hanno espresso la massima disponibilità ed assunto impegno affinché possano essere riconfermati i fondi del triennio precedente».

«Inoltre – continua Dipasquale - mi sono incontrato anche con il capogruppo del Pd all´Ars, Antonello Cracolici al quale ho espresso le forti preoccupazioni dell´Amministrazione Comunale sulla questione che mi ha spinto di sospendere ogni mio impegno istituzionale e venire a Palermo; Il rappresentante del Partito Democratico mi ha rassicurato confermando l´impegno del suo gruppo a sostenere il rifinanziamento integrale della Legge 61/81».

«Ho la sensazione – commenta il primo cittadino – a seguito degli incontri avuti, che ci sia stata una manovra per espropriare la Legge su Ibla destinando una cospicua somma per i comuni Patrimonio dell´Unesco; ognuno deve assumersi la propria responsabilità e ricordo a tutti che non è compito del Sindaco ricordare quali siano stati i patti sottoscritti con la città così come non è compito del Sindaco ricordare ai parlamentari l´importanza della Legge su Ibla i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti».

Dipasquale aveva inviato una lettera aperta ai deputati della provincia iblea e all’assessore regionale Carmelo Incardona, con la quale ricordava che «qualche mese fa – si legge testualmente – mi ero raccomandato che la legge regionale 61/81 dovesse essere rifinanziata per il nuovo triennio con le stesse risorse che erano state già previste nel 2005.

A seguito della nota inviata – prosegue Dipasquale – avevo ricevuto ampie assicurazioni da parte di tutti. Anche l´Assessore regionale, Carmelo Incardona, tramite Enzo Pelligra, esponente del suo partito, aveva assicurato il suo personale interessamento sul rifinanziamento della legge senza tagli di sorta; non posso altresì dimenticare come lo stesso Presidente della Regione Lombardo abbia firmato un patto con la città con cui si impegnava a rifinanziare la legge su Ibla.

Ad oggi però – prosegue Dipasquale – mi risulta che il testo della legge sia partito dal Governo regionale senza copertura finanziaria, mentre ritengo oltremodo necessario è integrare le risorse già assegnate, garantendo una copertura identica al triennio precedente (4milioni 250mila euro l´anno) e non riducendolo invece del 50%.

Mi permetto quindi – prosegue il sindaco di Ragusa – di richiamare tutti i rappresentanti politici iblei a fare la loro parte affinché il finanziamento, come garantito dal Presidente della Regione Raffaele Lombardo e da tutti i parlamentari regionali, venga rispettato. Se ciò non dovesse accadere – conclude Dipasquale – la nostra città non potrà non prendere atto del fallimento di tutta la nostra classe politica».


LEONTINI SI E´ IMPEGNATO PER 4 MILIONI ANNUI

Il capogruppo del Pdl all´Assemblea regionale siciliana Innocenzo Leontini annuncia una propria "iniziativa d´Aula volta a riportare il finanziamento alla Legge speciale su Ragusa Ibla a 4 milioni di euro annui", in sede di discussione delle legge finanziaria regionale.

Già un emendamento presentato dallo stesso Leontini era stata approvato la scorsa notte nella seduta della seconda commissione bilancio. Il provvedimento, non solo ha garantito un finanziamento di due milioni di euro l’anno per il triennio, ma ha permesso l’inserimento della legge speciale su Ibla che nel testo del Governo era stata esclusa.

Il finanziamento per intero della legge speciale su Ibla riveste un significato storico alla luce del fatto che si tratta dell’ unica legge speciale rifinanziata, in un periodo nel quale tutti gli stanziamenti hanno subito un taglio che varia dal 10 al 15%. "In periodi di minori difficoltà – spiega ancora Leontini - ero già riuscito a rifinanziarie la legge specifica per Ibla, facendo approvare una mia norma inserita nell´allora legge Finanziaria, nel 2004. La copertura per arrivare ai 4 milioni, realmente occorrenti a Ragusa Ibla - conclude il capogruppo Pdl - è stata concordata con il governo e da questo garantita".

(Nella foto da dx Raffaele Lombardo e Nello Dipasquale)