Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 425
RAGUSA - 17/04/2009
Attualità - Ragusa: sono una quarantina i professionisti esterni all’amministrazione

Tutti i consulenti del sindaco a titolo gratuito. Sono troppi?

Per i consiglieri comunali del gruppo misto Calabrese e Lauretta il clientelismo appare oggi lo strumento principe della giunta. Il consulente a titolo gratuito Pierfrancesco Cilia non ci sta

Tutti i consulenti del sindaco Nello Dipasquale. L’elenco completo, e a dire il vero anche piuttosto corposo, è stato stilato dai consiglieri comunali del gruppo misto indipendente di centro sinistra Peppe Calabrese e Gianni Lauretta, i quali hanno avvertito "La necessità di far conoscere alla città – scrivono i due consiglieri – la complessa macchina clientelare che Dipasquale ha messo in moto dall´inizio della sua sindacatura con i cosiddetti consulenti gratuiti. E´ assodato – si legge testualmente nella nota dei consiglieri – che il numero di consulenti nominati da Dipasquale appare esagerato.

Riteniamo che questo metodo assurdo – proseguono Calabrese e Lauretta – delegittimi dipendenti, funzionari e dirigenti del Comune. Alcuni dei cosiddetti consulenti a titolo gratuito, vantano anche dei vantaggi di varia natura e precisamente di natura politica, se si tratta di soggetti che svolgono incarichi istituzionali (consiglieri), commerciali o professionali, a secondo che si tratti di liberi professionisti o di semplici commercianti. Il clientelismo a vario titolo – concludono Calabrese e Lauretta – appare oggi lo strumento principe dell´amministrazione Dipasquale».

Mentre il sindaco non ha finora ritenuto opportuno ribattere alle affermazioni dei due consiglieri, è proprio uno dei consulenti a titolo gratuito, Pierfrancesco Cilia, ad inviare un comunicato in cui l’interessato ribadisce che «L´amministrazione Comunale di Ragusa utilizza dei collaboratori che mettono a disposizione la loro capacita lavorativa, il proprio tempo a titolo gratuito per realizzare dei progetti che servono a migliorare la città.

La sinergia creata tra cittadini ed Amministrazione – scrive Cilia – costituiscono un grande merito della politica che il sindaco Nello Dipasquale è riuscito a realizzare, trascinando con il suo entusiasmo e dinamismo coloro che volevano contribuire a dare il loro apporto. Personalmente – conclude Cilia – da quando seguo le commemorazioni della città di Ragusa, ho fornito il mio apporto a titolo gratuito in collaborazione con l´Amministrazione, proprio come fanno gli altri volontari per la città, io cosi amo definirli, e che, oltre il lavoro che devono svolgere nei rispettivi ambiti, occupandosi altresì della famiglia, si dedicano al futuro della città per fare e non per criticare».


L´elenco dei nominativi e delle tipologie degli incarichi stilato dai consiglieri Calabrese e Lauretta

Consigliere comunale Antonio Dipaola (problematiche Punta Braccetto, Passo Marinaro e collaborazione con il vertice istituzionale dell´Ente Comune per Punta Braccetto e Passo Marinaro).

Consigliere comunale Michele Tasca, oggi assessore (collaborazione viabilità, traffico e sicurezza pubblica).

Assessore Mimì Arezzo, prima avversario di Nello Dipasquale (collaborazione in materia di tradizioni popolari della ragusanità).

Consigliere comunale Filippo Frasca (sicurezza pubblica e cooperazione internazionale).

Consigliere comunale Mario Chiavola (consulente per San Giacomo).

Consigliere comunale Salvatore Fidone (lavori pubblici ed illuminazione pubblica).

Consigliere comunale Filippo Angelica (turismo e marketing del territorio).

Consigliere comunale Franco Celestre (zootecnia e ortofrutta e impianti fotovoltaici).

Consigliere comunale Emanuele Distefano (cimiteri).

Gaetano Cosentino (centri storici).

Ennio Torrieri (centri storici e urbanistica, poi diventato dirigente del settore, e assetto del territorio).

Nuccio Malfitano (urbanistica).

Dario Ferlito (urbanistica partecipata).

Paolo Fuggetta (beni culturali).

Giulia Falco (beni culturali).

Daniele Pavone (beni culturali).

Giacometto Nicastro (beni culturali).

Francesco Origlio (materia ambientale).

Elio Crescione (tutela degli animali).

Riccardo Roccella (monitoraggio ed esecuzione programma amministrativo elettorale).

Antonino Cannata (politiche giovanili).

Claudio Castelletti (produzione orticola della fascia costiera e non dei marchi Dop e Igp).

Aurelio Guccione (mercato del lavoro, formazione professionale e inserimento nuova imprenditoria).

Stefania Garrone (cooperazione internazionale).

Maria Antonietta Esposito (marketing territoriale).

Salvatore Iudice (rapporti con Malta e le sue istituzioni).

Antonio Incardona (rapporti con la Romania).

Guido Mezzasalma (tutela del territorio).

Dipasquale Spadola (film commission).

Roberto Giaquinta (organizzazione di eventi sportivi).

Gaetano D´Onufrio (polo fieristico ibleo, frigomacello, formazione e informazione alle imprese per il comparto agricolo-ambientale).

Vincenzo Cilia (alta integrazione sociosanitaria per quanto riguarda anziani non autosufficienti e disabili gravi).

Pier Francesco Cilia (eventi di carattere commemorativo e culturale).

Claudio Nibali (per la definizione del sistema di sviluppo sostenibile).

Riccardo Russo (prevenzione incendi edifici comunali).

Salvatore Occhipinti (programmazione negoziata e sviluppo della città).

Giuseppe Occhipinti (sviluppo ordinato del centro storico di Ragusa Ibla, con riferimento alle attività culturali, sociali e di vivibilità e promozioni delle attività produttive a Ragusa Ibla), lo stesso soggetto che è anche nel CdA del Corfilac per conto del sindaco.

Venerando Suizzo, assessore defenestrato (riqualificazione, razionalizzazione e riordino del personale).