Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 300
RAGUSA - 18/03/2009
Attualità - Ragusa: sul piede di guerra i residenti di contrada Puntarazzi

L´Ance favorevole alla discarica di amianto

L’ok dell’associazione dei costruttori è motivato dal timore che, «in assenza del sito in questione, rischia di proseguire la cattiva pratica con cui il cemento amianto viene sbriciolato e conferito nelle discariche ordinarie o, peggio ancora, disperso sul territorio»

«La tutela dell’ambiente di un territorio passa anche attraverso precise assunzioni di responsabilità che non possono disattendere le aspettative di un’intera categoria circa la necessità di reperire siti in cui conferire cemento amianto».

Dopo la Soprintendenza, anche l’Ance (Associazione nazionale costruttori edili) di Ragusa si schiera tra coloro che sono favorevoli all’apertura della discarica di amianto in contrada Buttino. In particolare, l’Ance di Ragusa «valuta come necessaria – è scritto in una nota – la risoluzione rapida e positiva della procedura burocratica inerente l’allocazione del nuovo sito, nel pieno rispetto, beninteso, dell’ambiente e della salute dei residenti».

L’ok dell’associazione dei costruttori è motivato dal timore che, «in assenza del sito in questione, rischia di proseguire la cattiva pratica con cui il cemento amianto viene sbriciolato e conferito nelle discariche ordinarie o, peggio ancora, disperso sul territorio».

Stando alla nota dell’associazione, anche il Comune di Ragusa, dopo l’iniziale parere negativo all’apertura del sito situato non lontano dal centro abitato di contrada Puntarazzi, «ha annunciato la sussistenza di condizioni diverse rispetto a quelle che avevano già portato al pronunciamento del parere negativo, anche alla luce dell’ulteriore documentazione e delle nuove argomentazioni tecniche prodotte dalla ditta che intende realizzare tale discarica».

Il comitato contro l’apertura della discarica di amianto in contrada Buttino, a Ragusa, dovrà portare avanti la sua protesta col solo appoggio dell’amministrazione comunale.

Se da un lato infatti la racconta di firme ha superato già quota mille, dall’altro la Sovrintendente ai beni Culturali di Ragusa non ha dato parere contrario all’apertura della discarica nelle vicinanze di Puntarazzi.

«La presenza – spiegano dal comitato –, non distante da Puntarazzi, delle ‘Grotte delle Trabacche’, di grande interesse storico-culturale, non è per la Sovrintendente un motivo sufficiente per bloccare l’apertura del sito, dove confluirà l’amianto dimesso proveniente da tutta la Sicilia. A questo punto la parola definitiva passa alla Regione. Noi non abbiamo alcuna intenzione di mollare, porteremo avanti la nostra protesta fino a Palermo se sarà necessario».