Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1422
RAGUSA - 14/03/2009
Attualità - Ragusa: la videosorveglianza assumerà un peso determinante

Conto alla rovescia per la nuova viabilità a Ragusa Ibla

Dal 23 marzo entrerà in vigore tra piazza Pola e piazza Duomo la zona a traffico limitato dotata di «occhi elettronici»
Foto CorrierediRagusa.it

Inizia il conto alla rovescia per la nuova viabilità a Ibla. Dal 23 marzo, infatti, entrerà in vigore tra piazza Pola e piazza Duomo la zona a traffico limitato dotata di «occhi elettronici». «La videosorveglianza – spiega Michele Tasca (nella foto) assessore alla Polizia municipale – sarà puntata su questo percorso per garantire il pieno rispetto del divieto di transito, ma terrà sotto controllo anche i monumenti importanti dell’area, come il Duomo, la chiesa di San Giuseppe e il palazzo comunale di piazza Pola».

Gli unici a poter entrare nella zona a traffico limitato senza trovare nella buca delle lettere una multa salata (76 euro, che sale a 114 euro in caso di ingresso con parcheggio) sono i residenti, chi deve effettuare il carico e lo scarico di merci e disabili. In questi tre casi verrà dato ai conducenti dei mezzi un contrassegno speciale identificabile dal software delle telecamere. Per ottenere il pass occorre telefonare al numero verde 800154565.

La nuova viabilità sarà estesa, nei mesi successivi, anche al centro storico di Ragusa superiore: la zona a traffico limitato comprenderà infatti piazza della Repubblica, discesa Peschiera, piazza San Giovanni e la rotonda di via Roma. Anche qui l’area soggetta al divieto di transito sarà sorvegliata da apposite telecamere.

«La spesa totale per questo intervento – spiega l’assessore – è di circa 800mila euro, dei quali 550mila stanziati dalla Regione. Queste somme saranno utilizzate per mettere in funzione anche le telecamere installate ai giardini iblei, ad oggi non ancora collegate alla sala operativa della polizia municipale».