Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 697
RAGUSA - 08/03/2009
Attualità - Ragusa: schiarita sul futuro dell’importante infrastruttura

I fondi per la Rg-Ct ci sono. Conferma dal Cipe a Minardo

L’esponente del Pdl sostiene che le somme destinate alla 514 non si toccano, come assicuratogli da un alto funzionario del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica Foto Corrierediragusa.it

I fondi per la 514 Ragusa – Catania ci sono. Lo assicura l’on Nino Minardo del Pdl, il quale spiega «d’aver ricevuto una nota firmata dal dottor Paolo Signorini, alto funzionario del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, che conferma, una volta per tutte, qualora ce ne fosse ancora bisogno, che la Ragusa-Catania è assolutamente inserita fra le opere finanziate dai fondi Cipe smentendo in modo inequivocabile – dichiara Minardo – quanto sostenuto dal Pd di Ragusa, secondo cui «il Cipe – viene testualmente citato il documento – non ha stanziato un solo euro per il raddoppio della Ragusa-Catania».

«Il primo abbaglio – dice Minardo – è quando si parla di un’opera, la Ragusa-Catania che dovrebbe costare 4 miliardi e 897 milioni. Ebbene, dal Cipe scrivono che il costo è di 897 milioni di euro, smentendo in modo clamoroso la boutade del Pd ibleo. Non solo; il dottor Paolo Signorini scrive testualmente che «l’opera risulta inserita tra gli interventi da attuare che hanno già risorse disponibili, per un importo globale pari a 3 miliardi 213 milioni di euro, di cui 218 milioni destinati al finanziamento dell’infrastruttura. L’opera – aggiunge l’esponente del Pdl – non presenta ancora il progetto cantierabile e se ne riparlerà entro 90 giorni al massimo, quando saranno disponibili le somme del Cipe.

Degli 897 milioni che servono in totale per questa fondamentale arteria – conclude Minardo, 679 sono già disponibili: 49 milioni di euro sono di fonte Anas, 100 milioni di fonte regionale e 530 milioni a carico dei privati, come da offerte trasmesse dai promotori a seguito del bando pubblicato dall’Anas».