Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1051
RAGUSA - 23/10/2007
Attualità - Ragusa - La querelle della aperture domenicali

Attesa per il confronto
di lunedì tra l´Ascom
e il sindaco Dipasquale

Iabichella auspica il dialogo tra le parti Foto Corrierediragusa.it

I dipendenti degli esercizi commerciali attendono con il fiato sospeso il confronto di lunedì prossimo tra il presidente dell’Ascom provinciale Salvatore Guastella e il sindaco di Ragusa Nello Dipasquale (nella foto) nell’occhio del ciclone per aver concesso una deroga per domenica scorsa al calendario delle aperture domenicali concordato in precedenza tra le parti.

A parte la Grande distribuzione (non a caso la beneficiaria del cadeau di Dipasquale) tutti gli altri negozi (quelli medio piccoli, per intenderci) sono rimasti con le saracinesche abbassate, recependo l’invito in tal senso avanzato dall’Ascom. Tutti chiusi a invece a Modica.

Da domenica prossima i negozi saranno invece aperti per tutte le domeniche, fino a gennaio. I commercianti chiedono al massimo 26 domeniche di apertura, mentre Dipasquale ne ha proposte 40. Sarà di sicuro la concertazione e il successivo rispetto degli accordi gli ingredienti essenziali per stilare il calendario delle aperture domenicali 2008 che tenga conto delle esigenze di tutti, soprattutto di quei lavoratori, troppo spesso rimasti inascoltati. Di tutti questi problemi si è di recente fatto carico il comitato per la tutela dei diritti dei dipendenti degli esercizi commerciali, il cui presidente Giorgio Iabichella auspica il dialogo tra le parti, a cominciare dall’assemblea convocata per lunedì.