Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 628
RAGUSA - 03/01/2009
Attualità - Ragusa - Rivolto a quanti entrano per la prima volta in un cantiere

Ragusa: corso di formazione edile

Patrocinato a livello nazionale dal ministero del lavoro
Foto CorrierediRagusa.it

I lavoratori del settore edile che si preparano ad entrare per la prima volta in un cantiere hanno la possibilità di sfruttare un’occasione in più per la propria sicurezza. A partire dal gennaio 2009, infatti, potranno seguire il corso di formazione «16 ore prima», della durata appunto di 16 ore, attuato dall’ente Cassa e Scuola edile di Ragusa.

Il corso, patrocinato a livello nazionale dal ministero del Lavoro e sostenuto dall’Inail, «è a costo zero per le aziende del settore – ha spiegato Rosario Canzonieri, presidente dell’ente Cassa e Scuola edile di Ragusa, in un incontro con la stampa –. Ogni volta che l’impresa decide di assumere un nuovo lavoratore, senza precedenti esperienze nel settore delle costruzioni, dovrà consegnare all’assumendo la comunicazione di assunzione dopo averla compilata indicando le date in cui dovrà frequentare il corso. La richiesta di attivazione delle lezioni – ha precisato Canzonieri – deve essere presentata, come stabilisce la legge in materia, dall’impresa all’ente Cassa e Scuola edile, e non dal lavoratore».

I corsi formativi previsti durante l’anno sono 48: uno a settimana, esclusi i periodi di festività e quelli in cui non vengono effettuate nuove assunzioni da parte delle imprese edili. Al lavoratore verrà rilasciato a fine corso un attestato di formazione valido per le successive assunzioni presso altre ditte del settore.

Il direttore dell’ente, Giovanni Lucifora, ha chiarito che il corso avrà «soprattutto una connotazione pratica. Con le 16 ore, il lavoratore impara a muoversi in cantiere in modo sicuro e produttivo, e quindi migliora le proprie possibilità di impiego».

(Nella foto in alto sa sx Niccolò Spadaccino, membro del comitato di gestione Cassa edile; Rosario Canzonieri, presidente; Giovanni Lucifora, direttore)