Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 830
RAGUSA - 10/12/2008
Attualità - Ragusa - Le proteste dei residenti della popolosa arteria

Ragusa: via delle Dolomiti senza sbocco

«Siamo pronti a raccogliere le firme per chiedere il collegamento della strada con il prolungamento di via Lombardia»
Foto CorrierediRagusa.it

I residenti di via delle Dolomiti (nella foto) – una traversa di via Mongibello, nel quartiere di Ragusa ovest – questa volta sono determinati ad andare fino in fondo per dare finalmente uno sbocco alla strada. «Siamo pronti a raccogliere le firme per chiedere il collegamento di questa arteria con il prolungamento di via Lombardia, inaugurato di recente», spiega un residente. «Non siamo di fronte a un problema di viabilità, ma di sicurezza. È una questione che non può più essere rinviata».

Questione discussa pochi giorni fa in una riunione del consiglio della Circoscrizione Ragusa Ovest. «Non avendo infatti uno sbocco, questa strada si trova a dover fare i conti con le problematiche di spazio e mobilità nel fondo dell’arteria – spiega in una nota Saro Raniolo, presidente del consiglio circoscrizionale –. La villetta esistente, insieme alle auto in sosta, comporta infatti il restringimento della carreggiata, con evidenti difficoltà per i mezzi di soccorso che eventualmente si dovessero trovare nella necessità di intervenire».

«Il consiglio – prosegue Saro Raniolo – ha chiesto a un funzionario dell’ufficio tecnico presente alla seduta quali fossero le reali possibilità di intervento per la realizzazione dell’apertura della strada e quindi dello sbocco su via Lombardia. Il funzionario ha confermato che dal punto di vista strettamente tecnico l’intervento è possibile. Una volta verificato che nel Piano regolatore è prevista la possibilità viaria per quella zona, il consiglio si esprimerà per l’apertura della carreggiata».

La verifica è stata fissata per il 15 dicembre, quando il presidente Raniolo incontrerà, presso i locali della Circoscrizione, l’assessore all’Urbanistica Francesco Barone. Un incontro programmato per esaminare le possibilità di intervento consentite dal Piano regolatore, «e in particolare – precisa l’assessore – dal Piano del traffico urbano. Non sarà un intervento semplice, occorrerà peraltro trovare i fondi per la realizzazione del collegamento, ma siamo pronti a vagliare tutte le ipotesi possibili».