Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 885
RAGUSA - 19/11/2008
Attualità - Ragusa - Nell’ambito del progetto di riqualificazione del quartiere

Luce per la Cattedrale "oscurata" di piazza S.Giovanni

La facciata barocca dell’edificio uscirà finalmente dal buio
Foto CorrierediRagusa.it

La facciata barocca della cattedrale (nella foto) di Ragusa uscirà dal buio cui è condannata dall’attuale impianto di illuminazione pubblica in piazza San Giovanni. Un impianto davvero peculiare, rivolto principalmente a mettere in risalto la facciata, poco barocca, dell’ex palazzo Ina.

Ad assicurare questo svolta per il look del centro storico di Ragusa superiore è stato Francesco Barone, assessore all’Urbanistica. «L’incarico della redazione del progetto di riqualificazione del quartiere San Giovanni – ha spiegato l’assessore – è stato conferito di recente a un gruppo di tecnici. L’obiettivo è quello di valorizzare il centro storico non solo attraverso la realizzazione di una nuova pavimentazione e il rifacimento delle opere di sottosuolo, ma anche con la sistemazione dell’illuminazione pubblica a vantaggio delle bellezze architettoniche della nostra cattedrale».

Lavori che non interesseranno solo piazza San Giovanni. Queste le arterie al centro degli interventi da inserire nel progetto di riqualificazione urbanistica: via Roma, corso Italia, corso Vittorio Veneto, via Coffa, via Ecce Homo, via Matteotti e via San Vito. I progettisti che hanno ricevuto l’incarico dovranno inoltre prevedere, nella redazione del progetto, i lavori di restauro del loggiato di piazza San Giovanni e un intervento di riqualificazione della rotonda di via Roma. L’importo complessivo per l’esecuzione dei lavori è di 4.700.000 euro, finanziabile in parte con fondi comunitari.

Il palazzo ex Ina che, al contrario della Cattedrale, risulta fin troppo illuminato