Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 976
RAGUSA - 30/10/2008
Attualità - Ragusa - 39 milioni di bambini non hanno accesso all’istruzione

Ragusa: "Save the children"

L’iniziativa ha l’obiettivo di garantire entro il 2010 un’istruzione di qualità a 8 milioni di bambini che vivono nei Paesi in guerra
Foto CorrierediRagusa.it

Oltre 39 milioni di bambini non hanno accesso all’istruzione, perché vivono in aree colpite dalla guerra. E la guerra azzera tutto. O quasi tutto: uccide gli insegnanti, distrugge le scuole, ma crea dal nulla eserciti di bambini soldato.

Questo il drammatico bilancio presentato da «Save the Children» – un’organizzazione internazionale che opera per la difesa dei diritti dei bambini – in occasione del via, nel 2005, alla campagna «Riscriviamo il futuro». L’iniziativa ha l’obiettivo di garantire entro il 2010 un’istruzione di qualità a 8 milioni di bambini che vivono nei Paesi colpiti da lotte armate. Ad oggi, già 3,4 milioni di bambini hanno potuto beneficiare dei fondi raccolti dall’organizzazione.

Il primo novembre la campagna sbarcherà anche nel capoluogo ibleo, grazie alla determinazione dei giovani del gruppo ragusano di «Save the Children» e alla collaborazione dell’assessorato comunale alle Politiche sociali. «Noi, come Comune, abbiamo creduto nell’impegno di questi ragazzi e abbiamo dato il nostro supporto logistico – ha detto l’assessore Rocco Bitetti in conferenza stampa –, dai gazebo per la raccolta dei fondi alla sala ‘Falcone e Borsellino’. Il resto è stato fatto dalla passione di questi giovani volontari, animati da uno tra i sentimenti più nobili: aiutare i più piccoli, chi non è in grado di difendersi con le proprie forze».

Il primo appuntamento, quindi, è fissato per il primo novembre con i «Dolci solidali», in programma in piazza Duomo, Ragusa Ibla, dalle 9 alle 14. Sabato 8 novembre, invece, ci sarà un appuntamento con l’arte: «Io disegno per Save the Children», in programma dalle 10.30 alle 13 alla scuola primaria «Paolo Vetri» di Ragusa. L’iniziativa è rivolta ai bambini che frequentano la scuola e vede il marchio Giotto impegnato a fianco dell’organizzazione. I disegni realizzati dai piccoli artisti saranno spediti a «Save the Children» entro il 30 novembre. Dopo questa data, una giuria selezionerà un disegno che comparirà su una confezione speciale di matite colorate da mettere in vendita nei negozi durante il periodo natalizio. Giotto destinerà i proventi della vendita di questa speciale confezione a sostegno della campagna «Riscriviamo il Futuro».

Ancora sabato 8 novembre ci sarà un altro appuntamento da non perdere, quello con la pallavolo maschile: la partita «Pallavolando per Save» sarà giocata presso il campo sportivo polivalente «Aldo Moro», a Ragusa (inizio previsto alle 15). Infine, sabato 15 novembre il concerto di musica irlandese a cura del gruppo folk «Tir Na Nog». Il concerto si terrà nella sala «Falcone e Borsellino», a Ragusa Ibla, con inizio alle 21; il biglietto per l’ingresso e la drink card, 5 euro in tutto, si potranno ritirare al «Lucernaio pub», sempre a Ragusa Ibla).

(Nella foto in alto l´assessore Rocco Bitetti con i volontari di Ragusa)