Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 810
RAGUSA - 30/10/2008
Attualità - Ragusa - Su Raiuno in prima serata

Stasera torna Montalbano con gli episodi girati nel Ragusano

Zingaretti: "Mi mancava la provincia iblea, i suoi sapori" Foto Corrierediragusa.it

Dopo tre anni di assenza ´Il commissario Montalbano´ torna su Raiuno in prima serata stasera e domani. Luca Zingaretti è protagonista dei nuovi quattro episodi della serie più lunga che una fiction abbia avuto in Italia: con queste nuove quattro puntate si arriva a 18 film. "E il regista è sempre lo stesso", ha scherzato oggi in conferenza Alberto Sironi.

"In qualche modo si può parlare di osmosi creativa - ha sottolineato Tinni Andreatta, capostruttura Rai Fiction - i romanzi di Camilleri, dopo il film, si sono ispirati all´interpretazione di Zingaretti e alla regia di Sironi".

Il regista Sironi ha dichiarato che il commissario Montalbano non esisterebbe in tv senza Zingaretti. "Camilleri ha detto: ormai io scrivo e penso a te´, riferendosi a Zingaretti", ha commentato Sironi.

"Tre anni fa dissi che non avrei più interpretato il commissario. Quando uno dice delle stupidaggini poi deve avere il coraggio di dire ´ho sbagliato´ - ha spiegato l´attore Luca Zingaretti (nella foto in alto nei panni del commissario Montalbano) - In questi tre anni, mentre ero impegnato in altri progetti, il commissario mi è mancato, mi mancava la troupe, i racconti di Camilleri, il ristorante che ci apriva anche se era chiuso durante l´inverno, il contadino che veniva sul set alle 10,30 a portarci la ricotta calda, Ragusa".

"Adoro Montalbano - ha aggiunto Zingaretti - se fosse un uomo in carne ed ossa mi piacerebbe essere suo discepolo, cerco di assomigliargli in molte cose".

"Mi mancava questo personaggio in continuo divenire, che per me è diventato una sorta di amico - ha aggiunto Zingaretti - Rifare Montalbano significava dover soddisfare l´aspettativa del pubblico, e non nascondo che ho avuto paura di deluderla".

La novità di questa edizione è che Montalbano cede alle donne. "Finalmente il commissario crolla, dopo 14 film in cui dice no alle donne, e in cui c´era anche venuto qualche dubbio sui suoi orientamenti - ha scherzato Sironi - finalmente crolla tra le braccia di Serena Rossi".

Zingaretti ha raccontato come è iniziata la sua passione per i romanzi di Camilleri. "Era mio insegnante di regia in accademia. Un giorno vidi il suo romanzo in una libreria, mi stupii e lo comprai. Lo lessi dopo un paio di mesi. Rimasi folgorato. Avrei voluto comprarne i diritti ma non avevo una lira. Quando scoprii che stavano facendo i provini per la parte di Montalbano mi precipitai e ottenni il ruolo".

(Fonte: Apcom)