Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1263
RAGUSA - 29/10/2008
Attualità - Ragusa - Risparmio per i consumatori contro la crisi

"Un prezzo da amico", progetto di Confcommercio e Fipe

La provincia facilita gli interventi creditizi per le imprese Foto Corrierediragusa.it

Si chiama «Un prezzo da amico» la campagna lanciata da Confcommercio e Fipe nazionali a cui hanno aderito anche le associazioni di categoria della provincia di Ragusa. In un momento di grande difficoltà dovuto alla crisi economica, la Confcommercio e la Fipe provinciali hanno deciso di agire «a difesa – è scritto in un documento ufficiale – della propria professionalità e principalmente a favore del nostro unico vero arbitro e patrimonio: il cliente».

La campagna «Un prezzo da amico», a cui gli associati Confcommercio sono stati invitati a partecipare, consiste nell’adesione a due «azioni»: bloccare i listini prezzi fino al 28 febbraio 2009 e «lanciare» una o più iniziative promozionali nel locale di ciascun associato.

«Anche se inizialmente – afferma il presidente provinciale Confcommercio, Angelo Chessari – l’adesione all’iniziativa potrà richiedere qualche sforzo organizzativo, nel tempo ciascun associato potrà usufruire di una maggiore attenzione da parte di tutti. Con un gesto di sensibilità e solidarietà che proponiamo in una fase in cui tutto sembra vacillare, vogliamo contribuire a dare qualche punto fermo ai consumatori: quello di poter contare su un esercente «amico» che garantisce stabilità dei prezzi e «attenzione» al benessere comune».

Anche il presidente provinciale della Fipe, Giovanni Frasca, afferma che «in un momento di crisi economica globale, i baristi vogliono fare la loro parte. Facendo leva sui prezzi – aggiunge – ovvero bloccando i listini e avviando nel contempo altre iniziative promozionali, vogliono facilitare il rilancio dei consumi. E’ noto a tutti come il potere d’acquisto dei consumatori si sia assottigliato al limite della sostenibilità, mettendo a rischio anche quei piccoli piaceri quotidiani».

Gli aderenti alla campagna «Un prezzo da amico» potranno essere individuati attraverso locandine e altro materiale che servirà ad identificare virtuosamente il commerciante nei confronti dei consumatori facendolo sentire parte attiva di una grande mobilitazione nazionale destinata a godere del favore crescente delle istituzioni.


INTERVENTI CREDITIZI PER LE IMPRESE AGRICOLE

Sono state sbloccate le procedure per l’accesso agli interventi creditizi da parte delle imprese agricole, commerciali ed artigianali.

Gli uffici del settore Sviluppo Economico si sono già attivati per il perfezionamento delle convenzioni con i consorzi fidi operanti in Provincia per la erogazione dei finanziamenti alle imprese dei vari settori. L’intervento della Provincia è finalizzato a sostenere, con l’abbattimento di due punti percentuali del tasso praticato dalle banche, le imprese agricole interessate all’esecuzione di opere di miglioramento fondiario ed alla riconversione aziendale, alla realizzazione di impianti di trasformazione e lavorazione dei prodotti agroalimentari tipici ragusani, alle strutture di vendita diretta ed all’acquisto di impianti energetici alternativi. E’ finalizzato altresì a sostenere le imprese artigiane interessate all’acquisto di impianti energetici alternativi e alla riconversione e/o ristrutturazione aziendale delle imprese artigiane e commerciali interessate al ripianamento dei debiti Inps.

«Lo sblocco delle risorse deliberate dal Consiglio Provinciale - chiarisce l’assessore Enzo Cavallo - è un segnale per gli imprenditori della provincia oggi più che mai in difficoltà per la crisi che investe tutti i settori. Le somme disponibili sono centosessantamila euro che, tenuto conto della natura dell’intervento a carico della Provincia, consentono la erogazione di finanziamenti quinquennali per svariati milioni di euro. Un dato non certo trascurabile che conferma il nostro impegno a fianco degli imprenditori, teso, fra l’altro, ad ottenere sostegni per la ristrutturazione finanziaria delle imprese che hanno bisogno di guardare al futuro con maggiore tranquillità».