Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1021
RAGUSA - 11/10/2008
Attualità - Ragusa - Iniziativa di respiro internazionale contro i tumori

Ragusa: campagna Lilt "Nastro rosa"

Da Donna a Donna:Battilo sul tempo!Con la prevenzione si può Foto Corrierediragusa.it

«Da Donna a Donna: Battilo sul tempo! Con la prevenzione si può». Questo lo slogan scelto dalla Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori) per la campagna «Nastro rosa» di ottobre, un’iniziativa di respiro internazionale che vede anche la Lega tumori di Ragusa in prima fila nella lotta contro il tumore al seno con servizi ambulatoriali gratuiti.

«Una lotta – spiega Maria Teresa Fattori, presidente della sezione Lilt di Ragusa – che ha nella prevenzione la sua arma strategica. La diagnosi precoce, infatti, oggi permette cure meno aggressive e offre maggiori possibilità di guarigione. Come prevenire questa grave patologia neoplastica? Adottando stili di vita sani ed effettuando periodicamente controlli (visita senologica, mammografia ed ecografia)».

Da qui il servizio ambulatoriale organizzato dalla Lilt in tutta la Provincia e la giornata di dibattito, in programma per il 25 ottobre, dedicata al tema «Alimentazione e benessere: suggerimenti alimentari per la prevenzione del cancro al seno». Queste le città che ospitano gli ambulatori in cui sarà possibile ricevere, prenotando al numero 0932/229128, una visita senologica gratuita durante il mese di ottobre: Comiso (19 ottobre); Pozzallo (21 ottobre); Acate (28 ottobre); Vittoria (29 ottobre).

«Ragusa – precisa la presidente Maria Teresa Fattori – non è stata inserita volutamente in questo elenco perché qui il nostro impegno di sensibilizzazione ha già dato ottimi risultati. Abbiamo preferito puntare sulle zone del territorio dove le attività legate alla prevenzione hanno bisogno di un maggiore impulso, anche se non mancano i dati incoraggianti: a luglio abbiamo registrato circa 1000 visite in tutta la provincia».

La visita senologica da effettuare in ambulatorio è fondamentale, ma è solo un primo passo. «In ogni ambulatorio – chiarisce Salvatore La Cognata, volontario della Lilt di Ragusa – sarà presente un medico specialista che, dopo il controllo, consiglierà il giusto percorso per una corretta prevenzione indicando, se necessario, eventuali esami diagnostici supplementari».

Sempre in tema di prevenzione, un ruolo importante può essere svolto anche dalle donne che hanno subito il trauma della malattia. Ecco perché la Lilt di Ragusa sta lavorando sulla creazione di un gruppo di sostegno psicologico che, salvo imprevisti, dovrebbe prendere il via a ottobre. «Oltre al servizio di fisioterapia gratuito offerto dall’Ausl 7 – conclude Salvatore La Cognata –, le donne operate al seno hanno bisogno di un supporto psicologico. Il gruppo, anche grazie alla presenza di due psicologhe, ha proprio questo scopo. Ma non si tratta di una ‘riabilitazione psicologica’ fine a se stessa: chi ha subito sulla propria pelle l’esperienza della malattia può, più di ogni campagna di sensibilizzazione, diffondere in maniera efficace l’importanza della prevenzione e, in certi casi, sostenere chi riprende il cammino verso una vita normale».

(Nella foto in alto Ilaria D´Amico, testimonial della campagna Lilt)