Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 903
RAGUSA - 04/10/2008
Attualità - Ragusa - La seconda edizione dell’evento internazionale

Ragusa: "Abitare il Mediterranaeo"

A cura dell’Ordine degli architetti di Ragusa
Foto CorrierediRagusa.it

La piazza come architettura che racconta le città del Mediterraneo e come crocevia del dialogo interculturale. Questo il tema al centro della seconda edizione del premio internazionale di realizzazioni architettoniche intitolato «Abitare il Mediterraneo» e organizzato dall’Ordine degli architetti di Ragusa.

L’iniziativa – che si avvale della collaborazione dell’Umar (Unione mediterranea degli architetti) – prevede la raccolta, per via telematica, di cartoline virtuali che illustrino «progetti di nuova realizzazione o interventi su piazze di impianto storico – ha spiegato Paolo Mincio, presidente dell’Ordine degli architetti di Ragusa, durante la presentazione del concorso internazionale nel capoluogo ibleo –. Si tratta quindi di opere già realizzate, di fotografie o disegni tecnici intesi come ‘illustrazioni’ di architetture figlie di una cultura comune, quella mediterranea, arricchita costantemente dalle diversità».

Durante l’incontro, gli architetti Salvatore Scollo e Giusi Pagliarello hanno illustrato nei dettagli le modalità di partecipazione e si sono soffermati sugli obiettivi di «un premio che, tra l’altro, vuole mettere in evidenza il profondo intreccio tra architettura e società al di là delle tensioni che gravano nell’area del Mediterraneo. E vuole essere da esempio di come la cultura architettonica possa veicolare il dialogo tra le etnie e le trasformazioni in atto in tutto il Mediterraneo. Un impegno, questo, che ha già portato ottimi frutti, come testimonia la collaborazione costruttiva tra palestinesi e israeliani nella realizzazione di questa iniziativa degli architetti ragusani, che ancora una volta hanno dimostrato di essere in piena sintonia con le esigenze riscontrate in campo internazionale».

L’iscrizione al premio dedicato alle piazze realizzate nell’area del Mediterraneo è aperta fino al 20 novembre. Sono ammessi al concorso gli architetti dei seguenti Paesi: Albania, Algeria, Croazia, Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Italia, Libano, Malta, Mauritania, Marocco, Palestina, Portogallo, Spagna, Tunisia, Turchia. Il risultato del concorso sarà reso noto in occasione della XV assemblea generale dell’Umar, che si terrà in Marocco nel gennaio del 2009. I vincitori saranno premiati durante l’assemblea straordinaria dell’Umar, in programma a Pescara nel giugno del 2009 in concomitanza con «I Giochi del Mediterraneo. Per maggiori informazioni sulla partecipazione al premio di architettura consultare il sito internet www.abitareilmediterraneo.org.

(Nella foto in alto da sx Paolo Mincio e Giusi Pagliarello)