Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 809
RAGUSA - 28/09/2016
Attualità - Al capolinea un iter durato quasi 3 anni

Liberi consorzi: al voto il 20 novembre

Finora solo confusione, polemiche e rinvii. A Ragusa eleggibili a presidente solo 6 sindaci Foto Corrierediragusa.it

Per la presidenza e i consigli dei Liberi Consorzi si vota il 20 novembre. Non voteranno i cittadini perché si tratta di elezioni di secondo livello, cioè di pertinenza degli amministratori dei comuni che rientrano nel territorio amministrato dal nuovo ente. A Ragusa sono in tutto 11 sindaci e 219 consiglieri comunali ad avere titolo per votare mentre i sindaci eleggibili alla presidenza del libero Consorzio sono sei Piccitto, Abbate, Spataro, Moscato, Raffo e Muraglie. Ragusa è da quattro anni e mezzo in fase di commissariamento ed ha sofferto più delle altre ex province questo stato di incertezza e di tagli. La Regione ha ora ufficialmente fissato la data dopo sette tra modifiche e rinvii.

Intanto la mini manovra approvata all’Ars ha stanziato 9 milioni per le ex province da tempo a corto di liquidità e quindi con le mani legate per quanto riguarda anche l’ordinaria amministrazione. La data delle elezioni finalmente fissata per i liberi consorzi dovrebbe dunque risolvere una volta per tutte queste problematiche che, di fatto, hanno impedito l’auspicata rivoluzione generando solo confusione e polemiche.