Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 333
RAGUSA - 08/09/2016
Attualità - Il direttore generale spiega come stanno le cose

Conad Sicilia estranea ai licenziamenti

In questi giorni è in corso il presidio permanente dei lavoratori Cobas Foto Corrierediragusa.it

Chiudono i punti vendita del centro commerciale Le Masserie di Ragusa e di contrada Boscopiano a Vittoria con circa 80 posti di lavoro a rischio a causa di altrettanti licenziamenti, ma Conad Sicilia ha le mani legate sulla complessa vicenda, dal momento che sono esclusivamente i titolari dei suddetti punti vendita a decidere in assoluta autonomia. Il concetto è stato chiarito dalla stessa Conad Sicilia con una nota del direttore generale Natale Lia (foto): «Comprendiamo la preoccupazione dei lavoratori e esprimiamo il nostro rammarico - dice il direttore generale - ma ritengo opportuno precisare alcuni aspetti del modello imprenditoriale Conad, ribadendo che il nostro gruppo è una cooperativa i cui soci sono imprenditori proprietari dei punti vendita e hanno piena autonomia nella gestione degli stessi. I punti di vendita di Ragusa e di Vittoria sono proprietà, rispettivamente, delle società Iblea Dettaglio Srl e Boscopiano Srl. E’ dall’imprenditore proprietario di queste due società che dipendono i lavoratori, così come la decisione di mantenere aperta o meno l´attività commerciale.

Conad - ribadisce Lia - non ha nessun titolo né potere per entrare nel merito di trattative sindacali e valutazioni legali in corso tra il proprietario dei punti di vendita e i lavoratori. D’altra parte, questa vicenda sta avendo un impatto negativo anche sulla nostra cooperativa, ma non possiamo fare nulla per evitarlo. Esprimiamo il nostro disappunto per quanto sta accadendo - conclude il direttore generale di Conad - e per le modalità con cui la vicenda è stata gestita dagli imprenditori interessati". Dunque non è Conad a licenziare, ma i titolari dei due punti vendita, dove in questi giorni è in corso il presidio permanente dei lavoratori Cobas che non accettano di perdere i posti di lavoro. Anche i sindacati si stanno dando da fare per mediare, ma pare che i margini di manovra siano pressochè nulli.


Conad assunzioni
08/09/2016 | 22.33.30
Serafino

Ma come fino a poco tempo fa facevano i grassoni paventando assunzioni per non so quanti elementi e ora loro non c´entrano nulla ?