Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 756
RAGUSA - 08/09/2016
Attualità - Incontro promosso dalla Cgil con deputazione iblea e associazioni per il rischio blocco dei servizi

Per trasporto e assistenza disabili servono soldi

Appello ai parlamentari iblei perché Ars approvi stanziamento 19 milioni a ex Provincie
Foto Corrierediragusa.it

Servono 600 mila euro per coprire il costo del servizio di trasporto e assistenza agli studenti diversamente abili. Si tratta di 210 alunni tra disabili, sordi e muti, che devono essere assistiti dall’inizio delle lezioni fino alle vacanze natalizie. Il Libero Consorzio di Ragusa non ha la disponibilità di queste risorse perché la Regione non le ha trasferite e lo Stato ha operato, da parte sua, un prelievo forzato di 12 milioni e mezzo di euro dal Bilancio dell’ente riducendolo praticamente all’osso. Il Consorzio da parte sua ha anticipato già 960 mila euro per assicurare il servizio da gennaio a giugno ma si trova ora con le spalle al muro. La Cgil ha promosso un incontro con le varie associazioni, Unione italiana Ciechi, Anfass di Modica, AIFFAS, Pro diritti H, il Forum del terzo settore, Integra On Lus e l’associazione Noi con Voi, oltre agli operatori e alle operatrici del settore, genitori e qualche giovane interessato al servizio per cercare di approfondire la questione e soprattutto mettere al corrente di quanto accade. Sindacato ed associazioni hanno rivolto peraltro un appello ai parlamentari iblei perché in sede di approvazione della MiniFinaziaria all’Ars in calendario martedì prossimo, siano stanziati i 19 milioni di euro, per garantire il servizio nei nove consorzi siciliani. In questo senso si impegnata l´assessore Luisa Lantieri (foto) che al ministro Costa ha chiesto che "anche alla Sicilia vengano riconosciute le somme ripartite dallo Stato alle regioni che hanno adottato la legge Delrio".


All’incontro tenutosi nella sede del sindacato alla presenza del segretario generale, Peppe Scifo, il segretario provinciale, Salvatore Terranova, il segretario generale della F.P. Cgil di Ragusa, Aldo Mattisi, Adriano Rizza, segretario generale della FLC Cgil di Ragusa, hanno anche partecipato i deputati regionali Vanessa Ferreri, Orazio Ragusa e Pippo Di Giacomo (Nello Di Pasquale ha annunciato la sua assenza per impegni in precedenza assunti).
I parlamentari regionali hanno puntato su aspetti diversi della questione: Vanessa Ferreri ha evidenziato una precisa critica al governo della Regione Sicilia per la mancata programmazione delle somme necessarie a svolgere il servizio e per avere rinunciato ad una decisa presa di posizione in occasione dello stanziamento, da parte dello Stato, di 70 milioni di euro destinati a questi servizi che quest’anno hanno escluso dalla ripartizione le regioni a statuto speciale; sulla necessità di non dividersi e portare tutti insieme avanti una strategia utile a raggiungere l’obiettivo è stata posta da Orazio Ragusa nel mentre su un intervento di forza, attraverso l’emanazione di una ordinanza da parte del commissario Cartabellotta alle cooperative, per assicurare, almeno per un mese, il diritto allo studio agli studenti diversamente abili e poi dopo si integri il ragionamento con l’inserimento nel bilancio della Regione delle somme necessarie per garantire con continuità il servizio è la riflessione esposta da Pippo Di Giacomo.