Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 624
RAGUSA - 31/08/2016
Attualità - L’appuntamento organizzato da Fedic si tiene a Calci, in provincia di Pisa

Occhipinti, Scollo e Distefano a stage nazionale di regia

Docufilm «Lamiantu» di Turi Occhipinti e Gaetano Scollo, inserito negli archivi della Cineteca Nazionale Fedic Foto Corrierediragusa.it

Turi Occhipinti, Gaetano Scollo (foto) e Alessia Distefano sono i siciliani che partecipano al 14mo stage nazionale Fedic che si tiene a Calci, nel pisano, da giovedì a lunedì prossimo. Lo Stage Nazionale Fedic (Federazione Italiana dei Cineclub, aderente all’Unica (Union Intérnationale du cinema non professionel) è un appuntamento annuale di alta formazione, voluto ed organizzato dalla Fedic, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Fondazione Sistema Toscana, del comune di Calci. L’argomento è sempre monotematico e quest’anno verrà affrontata «La Regia», con la conduzione del regista Alessandro Grande. Le basi dello stage di settembre erano state già poste lo scorso anno, in quello dedicato alla sceneggiatura, quando era nato «Priority» un lavoro che il giornalista Pierluigi Ara aveva definito «un film che i registi emergenti convenuti da tutta Italia hanno scritto insieme tracciandone la sceneggiatura, uno dei momenti più significativi dello stage nazionale di cinque giorni tenuto nel’Alta Valgraziosa».

Il giornalista toscano aveva anche sottolineato la presenza «di 22 allievi provenienti da varie parti, isole comprese. Particolarmente nutrita la rappresentanza siciliana con tre elementi». Da parte sua il direttore dello stage nazionale Fedic, Roberto Merlino,ha sottolineato che «questa compatta presenza siciliana fa ben sperare coloro che, da tempo, auspicano una ‘edizione siciliana’ di questo importante evento che, nell’arco degli anni, è diventato un importante punto di riferimento per il cinema indipendente italiano».

Il docufilm «Lamiantu» di Turi Occhipinti e Gaetano Scollo, è stato scelto per essere inserito e conservato negli archivi della Cineteca Nazionale FEDIC con la seguente motivazione «per avere, alla mostra internazionale film-video di Montecatini Terme del 12-19 ottobre 2014 ricevuto il premio ufficiale della giuria popolare e per avere ricevuto il più alto consenso del pubblico, con particolare menzione alle tematiche affrontate e alla capacità di toccare la sensibilità degli spettatori».